Filippo Mazzarella

Filippo Mazzarella

Filippo Mazzarella (1967) va al cinema da circa 49 anni e da almeno venti macina una media di due film al giorno senza sapere perché né tantomeno capendo esattamente cosa vede. Allo stesso modo, possiede 12.000 dischi che non ha mai ascoltato e 40.000 albi a fumetti che non ha mai letto. Nonostante il vizio del millantato credito, oltre che a FilmTV collabora anche a Corriere della Sera – ViviMilano, alle riviste Ciak e SegnoCinema e al prestigioso Dizionario Mereghetti. Direttore artistico di Cartoomics e consulente di Asti Film Festival, nel tempo libero vorrebbe completare la sua collezione di giocattoli vintage di Star Wars. Ma non ne ha, di tempo libero.
Profilo Facebook

Muzik - FilmTv n° 53/2019

  • BASTASSE IL CIELO PACIFICO, PONDEROSA MUSIC RECORDS
    Gino De Crescenzo coltiva la sua canzone chiaroscurale con un’attenzione sovrumana al peso di ogni singola parola. Per chi cerca una scrittura d’autore “tradizionale“ il livello è altissimo, tra piccole...

Mulholland Drive - FilmTv n° 52/2019

Siccome per Natale volevo regalarmi un nuovo televisore (si chiamano ancora così?) per sostituire il mio vecchio HD 2K, e poiché un conto è comprare sui siti di e-commerce beni che non possono presentare sorprese di sorta e un conto è verificare di persona le caratteristiche di un...

Mulholland Drive - FilmTv n° 50/2019

Il recente (e orrido) Frozen II - Il segreto di Arendelle è un cartoon digitale classico. All’alba del secondo decennio del secondo millennio si doveva arrivare a questo; e ci siamo arrivati. A definire ciò che vent’anni fa rappresentava il massimo grado di avanguardia...

Mulholland Drive - FilmTv n° 48/2019

Il 5 dicembre 2019 uscirà Il paradiso probabilmente, quarto lungometraggio in 23 anni (!) del palestinese Elia Suleiman, a distanza di ben un decennio dal suo precedente Il tempo che ci rimane. Nato poverissimo a Nazareth ma vissuto a Gerusalemme,...

Mulholland Drive - FilmTv n° 46/2019

Sarà che nessuno di noi guarda ancora (o che nessuno di noi ammette di guardare ancora) la cosiddetta tv generalista; sarà che quando si tratta di dietrologia noi che facciamo questo strano mestiere non siamo secondi quasi a nessuno. Sarà. Fatto sta che abbiamo imparato a non fare più caso (e a...

Mulholland Drive - FilmTv n° 44/2019

Sento (e leggo) sempre più spesso riferirsi etimologicamente alla critica in modo suggestivo - ma in qualche misura erroneo - come a una “messa in crisi” dell’opera esaminata o da esaminare. Effettivamente, l’etimo di “crisi” è il vocabolo greco κρίσις (krísis), che...

Mulholland Drive - FilmTv n° 42/2019

Io non è che parlo per parlare a qualcuno. Mai. Parlo per me sperando che qualcuno ascolti per caso e gli interessi quello che ho da dirmi. Tanto parliamo una lingua morta. O comunque in coma, per dire. Sul barattolo della Nutella c’è scritto a chiare lettere: «Crema da spalmare alle nocciole...

Mulholland Drive - FilmTv n° 40/2019

«Tarantino non modifica solo la realtà ma cancella anche il Tragico che la Storia si porta dietro. Il Male, il Dolore, la Sofferenza. Capace solo di giocare con il cinema, non sa uscire da una visione del mondo fanciullesca, divertente ed esagerata, dove ogni dramma si può risolvere con una...

Mulholland Drive - FilmTv n° 38/2019

Al di là della promessa puramente narrativa (come farà fronte il club dei Perdenti al ritorno di Pennywise 27 anni dopo i fatti di Derry, Maine?), il primo capitolo di It di Andy Muschietti si chiudeva sottintendendone un’altra, più sottile, in qualche misura teorica. Ovvero: dopo aver...

Mulholland Drive - FilmTv n° 36/2019

Il pezzo che state leggendo non è quello originariamente pensato (e scritto) per questo numero, bensì un ripiego in extremis. Motivo: non avendo mai avuto occasione di violarne alcuno, ho dimenticato di aver firmato un embargo relativo al tema dell’articolo originale, ovvero...

Mulholland Drive - FilmTv n° 34/2019

Da diversi anni, ogni estate sento il bisogno di ripassare i film di un genio largamente sconosciuto ai più: Satoshi Kon, morto a soli 46 anni il 24 agosto del 2010 mentre stava lavorando a Dreaming Machine (Yume Miru Kikai), lungometraggio di cui pareva...

Mulholland Drive - FilmTv n° 32/2019

In un Musicabilia (sorprendentemente dibattuto) di qualche settimana fa (vedi Film Tv n. 27/2019, ndr) ponevo una questione oziosissima e parzialmente ovvia che pare aver lasciato un piccolo segno. La copincollo a beneficio degli assenti: «Non so se ci avete mai fatto caso, ma un disco...

Mulholland Drive - FilmTv n° 30/2019

Che bello, si torna a litigare (quasi: stiamo pur sempre in un ambito di nicchia che ormai è la conditio sine qua non per gli scontri d’opinione cinefili più drastici) per un Autore. E per un autore di genere. E per un autore con idee...

Mulholland Drive - FilmTv n° 28/2019

Qualche tempo fa, il sito di e-commerce cinematografico FYE.com commissionò un sondaggio per capire quanto quella che negli Stati Uniti viene tuttora catalogata come la golden age del cinema facesse ancora presa sui suoi utenti millennial. Lo...

Lost Highway - Piccole storie di cinema - FilmTv n° 27/2019

Je est un autre. Ovvero: «È falso dire: io penso. Si dovrebbe dire: io sono pensato. Io è un altro» scrive Rimbaud, nei giorni del 1871 e della Comune di Parigi, nel carteggio con Georges Izambard in relazione alla ricerca di una fuoriuscita dalle secche del soggettivismo e...

Mulholland Drive - FilmTv n° 26/2019

Un filmetto coi suoi estimatori come Cam di Daniel Goldhaber (sta su Netflix) aveva introdotto - blandamente - il tema, senza effetti collaterali (vedi Film Tv n. 12/2019). Ma è solo ora che l’agenzia pubblicitaria Canny AI ha creato un credibile video di Mark Zuckerberg (impegnato in...

Mulholland Drive - FilmTv n° 24/2019

In Dietro ai nostri occhi - Un diario di Luc Dardenne (I libri di ISBN/Guidemoizzi, 2009), un paragrafo datato 14 gennaio 2000 recita: «Mi parlano di nuovo della disputa francese sulla critica. Questa disputa mi sembra priva di interesse e infondata. La vera critica non appartiene alle...

Mulholland Drive - FilmTv n° 20/2019

Chiedete a un critico o a un cinefilo duro e puro a cosa serve un festival del Cinema: entrambi vi risponderanno senza troppe esitazioni che i festival servono a sondare lo stato dell’arte del Cinema (notare la C maiuscola) e a scovare, immaginare, intercettare nuovi germi di linguaggio, di...

Servizio - FilmTv n° 19/2019

Nei suoi 80 anni di vita, l’uomo pipistrello ha spiccato il volo dalle pagine del fumetto per attraversare cinema, Tv, animazione, arte e videogame, installarsi nell’immaginario collettivo leggendo ogni volta il proprio tempo: storia di un’icona inesauribile.

Mulholland Drive - FilmTv n° 18/2019

«Dove la necessità non è più la meraviglia della deformazione poetica del reale (leggi: Pixar) ma la ricerca spasmodica di un prosaico - e noiosissimo - fotorealismo dell’impossibile, dove tutto è rappresentabile e realizzabile e in cui le performance delle star, quando la scena non è loro...

Mulholland Drive - FilmTv n° 16/2019

Trieste, qualcosina più di dieci anni fa. Bella serata da festival con un oggi ahimè notissimo regista italiano mio quasi coetaneo e ai tempi esordiente. Avevo parlato bene del suo primo film, a cui è poi arriso un grande successo. Mi prende in simpatia, malgrado un briciolo di diffidenza...

Mulholland Drive - FilmTv n° 14/2019

Tra le molte cose che la nouvelle vague aveva benissimo compreso (e fatto comprendere) c’era soprattutto l’idea che vedere un film significasse esserne contemporaneamente all’interno e al di fuori. Che la fascinazione “passionale”, empatica, per l’immersività del racconto...

Cinerama - FilmTv n° 13/2019

Sin dalla prima infanzia, il figlio di una giovane coppia mostra sia una precoce intelligenza sia cenni di comportamento deviante. Perché? Perché è la reincarnazione di un serial killer amputatore di mani che ha lasciato in sospeso il suo lavoro e non vede l’ora di terminarlo. I preamboli da...

Mulholland Drive - FilmTv n° 12/2019

C’è flop e flop. Alcuni sono prevedibili, anche se pare che nessuno riesca a rendersi conto che è suicida far uscire nello stesso weekend due film italiani col medesimo target come Croce e delizia (Warner) e Domani è un altro giorno (Medusa). Alcuni sono...

Mulholland Drive - FilmTv n° 10/2019

È sempre tempo di “alleggerimenti”. Dopo lo scempio Rai ai danni di The Wolf of Wall Street (quasi 20 minuti di tagli che rendevano a tratti impossibile stabilire cause ed effetti di intere porzioni di film), tocca a La casa di Jack (che, se tutto va bene,...

Cinerama - FilmTv n° 09/2019

Nel 2017, il free climber californiano Alex Honnold scala senza corde (e con un’intensità fisica e psicologica da samurai) la formazione rocciosa di 900 e rotti metri di altezza El Capitan, Yosemite Valley, ritenuta impossibile da attaccare. Ma il documentario candidato all’Oscar 2019 (tre anni...

Cinerama - FilmTv n° 08/2019

Puglia, i 70. L’aspirante musicista Matteo, e (non è) Francesca si amano. Lei sente stretta la provincia e se ne va, tipo Jenny vs Forrest Gump. Quando torna, figlia dei fiori, lui che ha fatto un po’ il don Giovanni senza crederci la prende in sposa (occidentale). Solo che la trasferta a Roma...

Mulholland Drive - FilmTv n° 08/2019

Caro Claudio Baglioni,
so che a Sanremo 2019 c’erano quattro giurie. La Demoscopica (300 «fruitori abituali di musica». E cioè? Mah); la Sala stampa (127 colleghi, misti, dalla carta che conta al sito che no); la Giuria d’onore (otto VIP, un tempo gli “Esperti”: ma la nuova egida...

Mulholland Drive - FilmTv n° 06/2019

Ogni volta che parlo di critica con qualche appassionato di cinema (vi va bene definire così chi vede almeno quattro film “nuovi” alla settimana, non importa come e dove?) mi definisco uno “spettatore professionista”. Nel senso che mi pagano. Basta, questo, per pormi su un piano diverso dal suo...

Mulholland Drive - FilmTv n° 04/2019

Nel 2017, in Italia, sono stati prodotti 173 film. Una manciata in più di quelli prodotti nel 2016, che erano 165. I dati per il 2018 non ci sono ancora, ma pare che il numero finale sarà ancora superiore. Il perché è presto detto: per fare film (non importa se poi distribuiti...

Pagine

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy