Giulio Sangiorgio

Giulio Sangiorgio

Nasce su quel ramo del lago di Como e, quando non guarda, scrive. Gli piace il cinema comico - Buster Keaton, Jerry Lewis, Charlie Bowers, Pierre Etaix - quindi non può che diffidare della facile ironia. Pretende che i film sfidino le convinzioni del suo sguardo, per questo preferisce, sempre, ciò che eccede. Lo guida Chris Marker, piange Alain Resnais e, ingenuamente, crede che non esista correlazione tra l'r moscia e la voglia costante di cinema francese. Dirige Film Tv, sceglie film per Filmmaker. Non è in grado di stendere un suo profilo, ma sa che l'anagramma del suo nome è Luigio Nasogrigio. «E di me dico "egli"; – uno che non mi riguarda». Solo per ora, però.

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

Un figlio (Pitt) sulle tracce del padre (Lee Jones), in missione verso Nettuno, via Marte: cerca il first man alla ricerca di nuove forme di vita, che s’è dimenticato di quelle prossime a lui. Solo Gray avrebbe potuto farlo: un uomo incapace di sentire il reale (è lo Zeitgeist, no?),...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

Hong Kong, anni 60. Uno studente di lettere amante di Proust e Il sogno della camera rossa dà ripetizioni a una diciottenne alla moda, ma s’innamora della madre, taiwanese in esilio dalla repressione antirivoluzionaria. La nascita dell’amore coincide, in quel 67 in cui l’autore era...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

«Non lavorerà per noi, ma con noi». Eccolo, in un franchise per corrieri, il neoliberismo, l'iperresponsabilizzazione del lavoratore, la solitudine del 99%, la fine del tempo libero al tempo dell'imprendicariato, il precariato costretto all'imprenditoria. L'allentamento dei legami, la...

Cinerama - FilmTv n° C0/2019

Giovane musulmano sulla via del radicalismo: quando tenta di uccidere una maestra (rea di credere che l'arabo si possa insegnare con le pop song, non solo col Corano) è rieducato in istituto. È possibile cambiarlo? E se cambia è per cosa? Un bacio, un rifiuto, un senso di colpa, un momento di...

Cinerama - FilmTv n° C0/2019

1969. C’erano un villain di western e protagonista di serie (Di Caprio) e la sua controfigura (Pitt). La fiaba, o meglio: un mondo falso a un passo dal cinema vero, con tanto di nomi e cognomi (Sergio Corbucci). C’erano Sharon Tate (Robbie), Polanski, Manson. E dunque la cronaca nera, o peggio...

Cinerama - FilmTv n° C0/2019

Come sono buoni i ricchi. Comodamente: non conoscono l’homo homini lupus. E quanto sono ingenui: tanto che una famiglia che abita in un appartamento del sottosuolo di Seoul li raggira facilmente, e si fa assumere. Uno a uno: il figlio non laureato come insegnante per la figlia...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

Regista Berlin School, Shanelec è del gruppo la radicale, quella in cui la ricerca della “scuola” si presenta svestita dalla tentazione di una narrazione piana. Il film è tutto nel lavorio dello spettatore: lei gli consegna frammenti irrelati, siparietti banali, gag comici estratti dalla...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

Sotto l’egida di Saïd Ben Saïd, abilissimo produttore di cinema d’autore (rara avis), il regista israeliano di Policeman e The Kindergarten Teacher gira in terra francese un’opera semi-autobiografica: dopo aver cercato il punto di crisi di un uomo di legge e di una...

Cineteca - FilmTv n° 37/2019

La storia della nascita del pensiero psicoanalitico raccontata attraverso il rapporto tra Sigmund Freud, Carl Jung e Sabina Spielrein. Su sceneggiatura di Christopher Hampton, David Cronenberg insiste, dopo A History of Violence e La promessa dell’assassino, nell’indagine...

Cinerama - FilmTv n° 37/2019

Celeste (Cassidy), nel prologo, è un’adolescente, che sopravvive a una strage scolastica a Staten Island. Alla cerimonia funebre non parla: canta, per piangere chi è stato ucciso, per dire «grazie» alla sorella, che le è stata accanto. E che per lei ha composto quel brano, il primo di molti, di...

Cineteca - FilmTv n° 37/2019

Amici di vecchia data, Antoine e Laurent sono in vacanza in Corsica con le figlie adolescenti, Louna e Marie. Una sera Louna seduce Laurent. Un momento di follia? O un incubo? Cosa ci fa il Jean-François Richet di Nemico pubblico n. 1 alla regia del remake di una commedia di Claude...

Il Tappabuchi - FilmTv n° 37/2019

Sette anni dopo aver conquistato il cuore della collega Veronica, il giornalista televisivo Ron Burgundy non riesce ad accettare il suo licenziamento e la carriera della moglie. Per digerire la sconfitta, decide allora di accettare la proposta di una delle prime emittenti all news via cavo e di...

Cineteca - FilmTv n° 36/2019

Il tenente Frank Drebin della polizia di Los Angeles sventa un complotto ordito da potenti politici contro Elisabetta II. Macchina da presa su una presunta auto delle forze dell’ordine, dettaglio della sirena, sullo sfondo le strade bagnate di una Los Angeles notturna: scorrono i titoli di...

Cineteca - FilmTv n° 36/2019

Sul letto di morte il padre di Hal gli rivela la propria verità: «Non accontentarti, figliolo: la vita è un luna park di fica libidinosa». Amen. Questo porta il figlioletto, anni dopo, a tentare vanamente di sedurre solo bellissime donne. Che lo respingono. Quando incontra Tony Robbins, guru...

Intervista - FilmTv n° 36/2019

Bobbio. Piazza. Bar. Un professore (Renato Carpentieri) siede a un tavolo. La cameriera gli porta il caffé, con una domanda semplice: «Come va?». «È una bella giornata» risponde lui, con cortesia d’ordinanza, celando il timore di dare parola a quello che sente realmente. «È la sua...

Intervista - FilmTv n° 36/2019

I ncontriamo Catherine Breillat a Locarno, dove è presidentessa di giuria (premierà, e giustamente, Vitalina Varela di Pedro Costa; vedi Film Tv n. 32 e 35/2019, ndr). «Il mio film preferito, tra i tuoi» le dico «è Pornocrazia», lei risponde: «Anche il mio»: come quel...

Cineteca - FilmTv n° 35/2019

Un consigliere comunale napoletano, Eduardo Nottola, militante di un partito di destra e costruttore, è costretto a ritirarsi dalla vita politica per il crollo di una palazzina da lui fabbricata. Cambiata fazione (si sposta al centro) riesce a farsi eleggere di nuovo e ad avviare un gigantesco...

Intervista - FilmTv n° 35/2019

Qual è la missione di un festival oggi? Come è cambiato il suo ruolo culturale e di mercato?
Da un certo punto di vista non è cambiato nulla. I festival continuano a essere percepiti dall’industria del cinema come un momento di promozione e lancio del film, di...

Servizio - FilmTv n° 34/2019

Leggetela, la critica. Vogliatele bene, e sì, vogliatele male. Ma leggetela. Leggetela perché la critica non sono solo i critici. Sono i contenuti, soprattutto. La catena dei pensieri. L’esercizio della lettura. Lo slancio dell’interpretazione. Non sono solo le persone, i ruoli, i direttori, i...

Il Tappabuchi - FilmTv n° 34/2019

Durante una settimana bianca in Francia, una famiglia sta pranzando in un ristorante di montagna quando una slavina colpisce improvvisamente l’edificio. Il padre, pavido, scappa. Il cinema di Ruben Östlund sa abitare il proprio tempo. Ossessionato dal verbo «play», rovista nel rapporto tra la...

Cinerama - FilmTv n° 33/2019

C’è un Ronaldo ritardato, uno che a stento raggiunge il 10% delle capacità mentali di un uomo medio ma possiede il cuore innocente di un bimbo. C’è un errore dal dischetto, nella finale dei mondiali, perché gli immaginari pechinesi giganti che ispirano l’eroe sul campo vengono d’improvviso...

Cineteca - FilmTv n° 33/2019

In una cabina collettiva a Ostia, una domenica d’agosto, sfila una serie di personaggi: componenti di una squadra di pallacanestro femminile, militari vanitosi, addetti alla pompa di benzina, nonni con nipotina incinta, donne in lite con l’assicurazione, una coppia che vuole consumare il primo...

Editoriale - FilmTv n° 32/2019

Non se l’era certo immaginata Jacques Tati in Le vacanze di Monsieur Hulot. E come avrebbe potuto immaginarsela una spiaggia così, una spiaggia in cui no, non c’è nulla da ridere? Eppure non se l’era immaginata nemmeno Pierre Étaix nel suo unico documentario, Pays de cocagne,...

Il Sassolino - FilmTv n° 32/2019

Continueremo a ostinarci, sulla commedia italiana. Per capire come cambia al cambiare dei tempi, per guardarla reagire al presente, per cercare di descrivere gli slanci (patetici o arditi) che prova per raggiungere il pubblico in sala. Ma sì, è vero: «Non c’è più la commedia di un tempo». O...

Cinerama - FilmTv n° 31/2019

A dieci anni da L’uomo fiammifero, film per bimbi in canone Giffoni (per un indipendente significa raggiungere uno standard industriale con fatica, e questo era sorprendente), riecco Chiarini, a dirigere un prodotto originale Disney, come Come diventare grandi nonostante i genitori...

Il Sassolino - FilmTv n° 31/2019

I secondi che ci metto a bloccare l’ansia (che sale) leggendo le preoccupazioni espresse da Roy Menarini nel Sassolino sulla classifica dei migliori film del decennio (vedi Film Tv n. 30/2019) sono quelli che impiego ad aprire Il Mereghetti e trovare la scheda di L...

Il Tappabuchi - FilmTv n° 31/2019

Un vecchio agente segreto rivela una storia a una segretaria, perché lei ne faccia il soggetto di un film. Un film che, come sempre, lei scrive come ghost writer per uno sceneggiatore cialtrone. Il produttore segreto del film è lo stesso verso cui il film allunga un dito accusatorio:...

Cinerama - FilmTv n° 30/2019

«Il caos regna». In Suspiria di Guadagnino e in Climax. Regna in Hereditary, il primo lungo di Aster. Tutti film in cui il punctum è sotto storie che c’entrano e non c’entrano (o meglio: lo traducono in forme assurde, orrorifiche, che nascondono il fulcro)....

Servizio - FilmTv n° 30/2019

La nostra serie del decennio, il decennio della quality television, delle serie cinematic, è un film di 18 ore (sì: è stato tagliato in episodi durante il montaggio, e non in sede di sceneggiatura) e anche il ritorno di una serie basata su un immaginario a misura (perturbante) di soap...

Cineteca - FilmTv n° 30/2019

1955. In un quartiere operaio, giovani donne formano una gang, con sogni rivoluzionari d’utopia. Attori non professionisti, armamentario tecnico leggero, sguardo simildocumentaristico per un film in costume (con i conseguenti attriti tra fotorealismo e ricostruzione storica su cui Michael...

Pagine

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy