Giulio Sangiorgio

Giulio Sangiorgio

Nasce su quel ramo del lago di Como e, quando non guarda, scrive. Gli piace il cinema comico - Buster Keaton, Jerry Lewis, Charlie Bowers, Pierre Etaix - quindi non può che diffidare della facile ironia. Pretende che i film sfidino le convinzioni del suo sguardo, per questo preferisce, sempre, ciò che eccede. Lo guida Chris Marker, piange Alain Resnais e, ingenuamente, crede che non esista correlazione tra l'r moscia e la voglia costante di cinema francese. Dirige Film Tv, sceglie film per Filmmaker, edita libri per Bietti Heterotopia. Non è in grado di stendere un suo profilo, ma sa che l'anagramma del suo nome è Luigio Nasogrigio. «E di me dico "egli"; – uno che non mi riguarda». Solo per ora, però.

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

«Non lavorerà per noi, ma con noi». Eccolo, in un franchise per corrieri, il neoliberismo, l'iperresponsabilizzazione del lavoratore, la solitudine del 99%, la fine del tempo libero al tempo dell'imprendicariato, il precariato costretto all'imprenditoria. L'allentamento dei legami, la...

Cinerama - FilmTv n° C0/2019

Giovane musulmano sulla via del radicalismo: quando tenta di uccidere una maestra (rea di credere che l'arabo si possa insegnare con le pop song, non solo col Corano) è rieducato in istituto. È possibile cambiarlo? E se cambia è per cosa? Un bacio, un rifiuto, un senso di colpa, un momento di...

Cinerama - FilmTv n° C0/2019

1969. C’erano un villain di western e protagonista di serie (Di Caprio) e la sua controfigura (Pitt). La fiaba, o meglio: un mondo falso a un passo dal cinema vero, con tanto di nomi e cognomi (Sergio Corbucci). C’erano Sharon Tate (Robbie), Polanski, Manson. E dunque la cronaca nera, o peggio...

Cinerama - FilmTv n° C0/2019

Come sono buoni i ricchi. Comodamente: non conoscono l’homo homini lupus. E quanto sono ingenui: tanto che una famiglia che abita in un appartamento del sottosuolo di Seoul li raggira facilmente, e si fa assumere. Uno a uno: il figlio non laureato come insegnante per la figlia...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

Regista Berlin School, Shanelec è del gruppo la radicale, quella in cui la ricerca della “scuola” si presenta svestita dalla tentazione di una narrazione piana. Il film è tutto nel lavorio dello spettatore: lei gli consegna frammenti irrelati, siparietti banali, gag comici estratti dalla...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

Sotto l’egida di Saïd Ben Saïd, abilissimo produttore di cinema d’autore (rara avis), il regista israeliano di Policeman e The Kindergarten Teacher gira in terra francese un’opera semi-autobiografica: dopo aver cercato il punto di crisi di un uomo di legge e di una...

Editoriale - FilmTv n° 26/2019

Nelle edicole scelte per il test (quelle della provincia di Varese) e online potete acquistare S01 - 100 prime stagioni di serie tv che hanno conquistato lo sguardo (e il cuore) di Film Tv: un libro agile e denso, che vuole essere una guida, un piccolo aiuto, in fondo anche uno...

Cinerama - FilmTv n° 24/2019

Libri e dvd circondano una tv. Nietzsche, Bataille, Freud. Fassbinder, Argento, Zulawski. Spirito dionisiaco for dummies. Sullo schermo colloqui con membri di un corpo di ballo. I giovani. Il loro rapporto con la danza. Sogni, incubi. Idiosincrasie. Uno-due, la premessa trova...

Editoriale - FilmTv n° 24/2019

La storia di una giovane olandese decisa a morire? Uno strumento per i media italiani per parlare - con foga moralistica e sensazionalismo bieco - di eutanasia. Anche se non c’entra nulla. Seguono commenti indignati di licheni e meduse. Mi si scuserà dunque se oso prelevare uno dei Venti...

Cinerama - FilmTv n° 23/2019

Saturato il catalogo di marchingegni adatti a propinarci film dell’orrore tecnofobici, è ora del recupero di strumenti âgé, di oggetti analogici. In Polaroid, la macchina fotografica assassina. Poveri tardoadolescenti di plastica tipici dei teen horror anni zero (quelli di...

Servizio - FilmTv n° 23/2019

Cannes 2019: un’ottima annata. Concorso di livello medio-alto, con una giuria composta in gran parte da registi medi/...

Cineteca - FilmTv n° 23/2019

Nell’Inghilterra dei primi anni del secolo scorso, i romanzi dell’irriverente Angel Deverell raccolgono un crescente successo. Tuttavia la donna, a causa del suo rifiuto di accettare le convenzioni sociali, è pesantemente ostacolata dall’establishment culturale, soprattutto in seguito allo...

Cinerama - FilmTv n° 22/2019

Un uomo sfonda la porta d’ingresso di un appartamento, coreografa calci e pugni contro la mala e la sconfigge. Oltre ogni soglia del ridicolo, come in un action oltre il comico: mancano solo le onomatopee da fumetto o la sovrascritta «con The Rock». Comincia così, Pallottole in libertà...

Editoriale - FilmTv n° 22/2019

S’è aperto con un film-manifesto, il Festival di Cannes. Manifesto di una precisa visione del cinema su quello che, oggi, gli sta intorno. Cinema come morale del presente. I morti non muoiono di Jim Jarmusch: un film rassegnato con ironia (l’ironia, in sé, è una forma della...

Cineteca - FilmTv n° 21/2019

Un medico in guerra e un ufficiale folle. Prima di girare Topo Galileo, il suo ultimo tentativo cinematografico, Grillo era già un avanguardista del gentismo: «La gente ha perdonato i miei due film d’autore, la gente è furba: ha fiutato l’inganno e anche se i film li propagandavano...

Il Sassolino - FilmTv n° 21/2019

Professore di liceo parigino, portato al cinema dal supporto di Eric Rohmer, Jean-Claude Brisseau è autore di film imprendibili, sottovalutato e sopravvalutato in egual misura e in tempi alterni, debitore di Hitchcock e di Resnais, parente di Borowczyk, amante di Cocteau. ...

Speciale - FilmTv n° 21/2019

Pensatelo come fosse un luogo a sé stante. Un rifugio. Pensatelo come fosse un’utopia. Non felice, probabilmente, non appagata. Sicuramente fuori dalla storia e dal realismo. Dal suo ordine e dai suoi ordini. Tutta dentro il cinema, e solo dentro il cinema. È stata anche questo, l’opera di...

Cinerama - FilmTv n° 20/2019

Stato di New York, tre bimbi, figli di un portoricano e di una statunitense, frutti di un un amore molesto, prole di un proletariato disperato. «Quando eravamo fratelli», dice il minore. Una frase al passato, a introdurre un commentario di poesiola facile facile, come tratta da pagine di un...

Editoriale - FilmTv n° 20/2019

Ed eccolo, il numero speciale interamente dedicato al Festival di Cannes. Una guida, con tutte le schede dei film sulla Croisette, come d’abitudine. E poi i contributi speciali: gli sceneggiatori di Il traditore, unico italiano in Concorso, che raccontano l’opera di scrittura del film...

Intervista - FilmTv n° 20/2019

Intervista a Paolo Moretti

50 anni di una storia tanto importante, come quella della Quinzaine, sono un’eredità pesante ed eccitante.
Sì, assolutamente. Quando ci siamo posti la questione di come strutturare la programmazione siamo proprio tornati...

Cineteca - FilmTv n° 19/2019

Gli avevano promesso carriera inarrestabile e successo nel cinema d’autore, ma si è ridotto a fare i film porno. I titoli di testa sono scritti su di un muro. Teppismo per teppismo: un uomo, di fronte alle scritte, si mette a urinare. Il gesto è esemplare, un buon riassunto del film: dopo...

Cineteca - FilmTv n° 19/2019

Amedeo vuole essere ricevuto in udienza privata dal papa. Invano. «Date una carezza ai vostri bambini e dite: “Questa è la carezza del papa!”» ripete Giovanni XXIII nell’LP ascoltato nel negozio di marketing vaticano. I Virginiana Miller, in un brano di Il primo lunedì del mondo,...

Editoriale - FilmTv n° 18/2019

Ve lo ricordate questo titolo? Era il 2006, il regista Barry Levinson. Robin Williams era un comico televisivo da late night show, deciso a candidarsi a presidente degli Stati Uniti d’America. «I politici sono come i pannolini. Li devi cambiare spesso e per lo stesso motivo». Etc. etc., con...

Servizio - FilmTv n° 18/2019

«Giuliana» dice suo marito «non riesce a ingranare». È stata al centro di un incidente, e non si è ancora ripresa. La sceneggiatura sostiene sia stato un tentato suicidio. Il film, a riguardo, tace. Giuliana non si è ripresa perché era così anche prima: è il mondo a essere cambiato. Lo chiamano...

Cineteca - FilmTv n° 17/2019

Su iniziativa di Harry Kissinger, nasce negli Stati Uniti la American Love Company, multinazionale del sesso. Bordella ne è la filiale italiana. Mary Pickford, si dice al principio di Bordella, compare in sogno al Presidente degli Stati Uniti su un cavallo bianco, per dargli...

Cinerama - FilmTv n° 17/2019

Lo scorso numero lo diceva chiaramente, quel che pensiamo del cinema della Cortellesi: «La migliore commedia italiana». Vero. Brillante, credibile, sensibile al suo tempo. Capace di leggere l’Italia di oggi, di metterne in luce i paradossi socioculturali e di farlo da una prospettiva femminile...

Cinerama - FilmTv n° 17/2019

Chiusura spuria di un’ideale trilogia comprendente Il declino dell’impero americano e Le invasioni barbariche, questo La caduta è una piccola storia esemplare sul presente. Una rapina finita in massacro è l’occasione che fa l’uomo (il fattorino con dottorato in...

Cinerama - FilmTv n° 16/2019

Il nordic noir per bimbi è servito: il commissario Gordon è un rospo in fase di prepensionamento (il leggero rincoglionimento, quello, è sicuro), Paddy è una topolina homeless e sveglissima assunta come sua assistente, la location è piccola piccola quanto l’abituale boschetto della nostra...

Il Tappabuchi - FilmTv n° 16/2019

26 ottobre 1892, tra le pagine di “Le matin” una notizia incredibile: Mathilde Stangerson, figlia di un celebre scienziato, è stata vittima di un tentato omicidio. Ma se la camera era chiusa dall’interno, come è stato possibile? Il giornalista Rouletabille indaga, dietro l’ombra del commissario...

Editoriale - FilmTv n° 16/2019

  • «Rafforzeremo Rai4 connotandolo come un canale prevalentemente maschile e introdurremo una nuova rete prevalentemente femminile che nasce dall’integrazione di RaiMovie e RaiPremium», dice l’amministratore delegato della Rai, Fabrizio Salini, nel corso dell’audizione in commissione di...

Pagine

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy