Giulio Sangiorgio

Giulio Sangiorgio

Nasce su quel ramo del lago di Como e, quando non guarda, scrive. Gli piace il cinema comico - Buster Keaton, Jerry Lewis, Charlie Bowers, Pierre Etaix - quindi non può che diffidare della facile ironia. Pretende che i film sfidino le convinzioni del suo sguardo, per questo preferisce, sempre, ciò che eccede. Lo guida Chris Marker, piange Alain Resnais e, ingenuamente, crede che non esista correlazione tra l'r moscia e la voglia costante di cinema francese. Dirige Film Tv, sceglie film per Filmmaker. Non è in grado di stendere un suo profilo, ma sa che l'anagramma del suo nome è Luigio Nasogrigio. «E di me dico "egli"; – uno che non mi riguarda». Solo per ora, però.

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

Un figlio (Pitt) sulle tracce del padre (Lee Jones), in missione verso Nettuno, via Marte: cerca il first man alla ricerca di nuove forme di vita, che s’è dimenticato di quelle prossime a lui. Solo Gray avrebbe potuto farlo: un uomo incapace di sentire il reale (è lo Zeitgeist, no?),...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

Hong Kong, anni 60. Uno studente di lettere amante di Proust e Il sogno della camera rossa dà ripetizioni a una diciottenne alla moda, ma s’innamora della madre, taiwanese in esilio dalla repressione antirivoluzionaria. La nascita dell’amore coincide, in quel 67 in cui l’autore era...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

«Non lavorerà per noi, ma con noi». Eccolo, in un franchise per corrieri, il neoliberismo, l'iperresponsabilizzazione del lavoratore, la solitudine del 99%, la fine del tempo libero al tempo dell'imprendicariato, il precariato costretto all'imprenditoria. L'allentamento dei legami, la...

Cinerama - FilmTv n° C0/2019

Giovane musulmano sulla via del radicalismo: quando tenta di uccidere una maestra (rea di credere che l'arabo si possa insegnare con le pop song, non solo col Corano) è rieducato in istituto. È possibile cambiarlo? E se cambia è per cosa? Un bacio, un rifiuto, un senso di colpa, un momento di...

Cinerama - FilmTv n° C0/2019

1969. C’erano un villain di western e protagonista di serie (Di Caprio) e la sua controfigura (Pitt). La fiaba, o meglio: un mondo falso a un passo dal cinema vero, con tanto di nomi e cognomi (Sergio Corbucci). C’erano Sharon Tate (Robbie), Polanski, Manson. E dunque la cronaca nera, o peggio...

Cinerama - FilmTv n° C0/2019

Come sono buoni i ricchi. Comodamente: non conoscono l’homo homini lupus. E quanto sono ingenui: tanto che una famiglia che abita in un appartamento del sottosuolo di Seoul li raggira facilmente, e si fa assumere. Uno a uno: il figlio non laureato come insegnante per la figlia...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

Regista Berlin School, Shanelec è del gruppo la radicale, quella in cui la ricerca della “scuola” si presenta svestita dalla tentazione di una narrazione piana. Il film è tutto nel lavorio dello spettatore: lei gli consegna frammenti irrelati, siparietti banali, gag comici estratti dalla...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

Sotto l’egida di Saïd Ben Saïd, abilissimo produttore di cinema d’autore (rara avis), il regista israeliano di Policeman e The Kindergarten Teacher gira in terra francese un’opera semi-autobiografica: dopo aver cercato il punto di crisi di un uomo di legge e di una...

Cinerama - FilmTv n° 47/2019

Come per fare ordine nel caos, come per ristrutturare gerarchie nell’eccesso godereccio di stimoli del presente, capita che il cinema contemporaneo riduca ai minimi termini. Che tolga. Che tagli. Che cerchi il cuore delle cose, e che lo metta alla prova. Che si inventi mondi futuri dopo il...

Editoriale - FilmTv n° 47/2019

Facciamo un’ipotesi (che non ci piace, ma non è questo il punto). Ovvero che il cinema - come sostengono in tanti - debba coniugare rappresentazione e rappresentanza. Cioè che debba dunque raccontare, rappresentare in ogni senso possibile, tutte le possibili voci, minoritarie e maggioritarie,...

Intervista - FilmTv n° 47/2019

I n libreria trovate Brivido caldo - Una storia contemporanea del neo-noir. Un buon modo per guardare come il cinema, le sue storie, la sua industria dicano della e si facciano dire dalla realtà che si trovano intorno. Lo sapete: su Film Tv la critica non si limita a...

Cinerama - FilmTv n° 46/2019

Strano autore, il tedesco Veit Helmer, regista di film ambientati in un est ideale tra Europa e Asia (a parte Baikonur, che la specificità del luogo l’ha nel nome), un est che legge con senso esotico/turistico dell’assurdo (e che dunque in un film chiama Absurdistan...) e che...

Editoriale - FilmTv n° 46/2019

Guardatelo Robert De Niro, quando cammina per le strade di The Irishman (vedi recensione su Film Tv n. 44/2019) con il volto digitalmente modificato, con i lineamenti di uno di quarant’anni e gli occhi celesti, certo, ma il corpo che si muove appesantito, lento, acciaccato, come quello...

Cinelab: Intervista - FilmTv n° 46/2019

Dal 16 al 29 novembre, prima a Milano (all’Auditorium San Fedele) e poi nelle province limitrofe, ad Arcore, Busto Arsizio, Carugate, Cesano Boscone, Galbiate, Gallarate, Gorgonzola, Magenta, Saronno, Sesto San Giovanni: è Aquerò - Lo spirito del cinema, festival diretto dal...

Il Tappabuchi - FilmTv n° 46/2019

In una pacifica cittadina americana, i genitori sono in preda al desiderio omicida nei confronti dei figli. Il ritorno di Brian Taylor. Brian chi? Il curriculum: Crank e Crank: High Voltage, The Gamer, il secondo capitolo di Ghost Rider, la serie ...

Cinerama - FilmTv n° 45/2019

Il Teorema che ci meritiamo, 51 anni dopo. Solo che l’ospite, qui, non è quello di Pasolini: non rivolta il tranquillo status quo borghese, non strappa la patina dell’ipocrisia, non perverte e non sovverte la falsissima morale. Non è l’osceno che entra in scena, il sensuale...

Cineteca - FilmTv n° 45/2019

Al tempo della scuola, Ted, classico sfigato apparecchio-ortodontico-munito e con una ridicola frangetta, s’innamora della bellissima Mary. Solo che, per una serie sfortuna d’eventi (che parte da un equivoco violento col fratello disabile e termina con uno scroto incastrato nella zip dei...

Intervista - FilmTv n° 45/2019

È bello vedere un film tratto da Dino Buzzati, oggi.
L’idea di fare un film da questo libro mi girava in testa da dieci anni. Mi sono sempre chiesto come fosse possibile che nessuno ci avesse pensato. C’è tutto, in quel libro: epica e poesia.

La storia è...

Il Tappabuchi - FilmTv n° 45/2019

Il piccolo Cody, che è appena stato adottato da Jessie e Mark, ha paura di addormentarsi: mentre dorme, infatti, i suoi incubi prendono vita. Ogni settimana Film Tv pubblica oltre 300 schede di film, su piattaforma, canali a pagamento, reti free. I lettori, con le loro segnalazioni, ci...

Cinerama - FilmTv n° 44/2019

La ragazza torna dalla nebbia: l’avevano rapita, da adolescente, come tanti, ma è fuggita. All’ospedale la interroga uno psichiatra (Hoffman), al fine di farle ricostruire gli eventi. Labirintici. Fuori, nella bolgia di un inferno terreno sospeso tra un’Italia miserabile e gli States di un...

Cineteca - FilmTv n° 44/2019

Christian e Tara, Gina e Ryan. Doppia coppia: un produttore e la sua compagna, la segretaria e l’attore raccomandato. Quando Christian scopre il rapporto nascosto che lega Tara e Ryan, si innesca l’effetto domino di delitti e castighi. Sono modi e frasi rituali quelli che abitano The...

Cineteca - FilmTv n° 44/2019

Virginia, 1958. Richard e Mildred si sposano. Vengono immediatamente arrestati e condannati a un anno di detenzione: lui bianco, lei nera, non possono essere marito e moglie per la retrograda legislazione della Stato. Jeff Nichols (partendo, su suggerimento di Martin Scorsese, dal...

Editoriale - FilmTv n° 44/2019

In originale La ricerca della felicità di Gabriele Muccino con Will Smith era The Pursuit of Happyness. Non happiness: happyness. Perché così sta scritto (su un muro). «La y serve a ricordarci che sei tu [you] il responsabile della tua [...

Cinerama - FilmTv n° 43/2019

Lode all’intento: sfruttare un personaggio cult come Jesus (il pervertito interpretato da Turturro in Il grande Lebowski) come pretesto per rifare un (grande) film francese anni 70. Un remake, con l’alibi dello spinoff (e il bowling galeotto...), e non d’un film qualsiasi: Les...

Cinerama - FilmTv n° 43/2019

L’empatia è uno dei sentimenti estinti del nostro tempo. Non è un’opinione: lo dicono studi scientifici (riportati per esempio da Sherry Turkle nel fondamentale La conversazione necessaria), e il cinema, lo sappiamo e lo sapete, mette in scena di continuo questo lutto. Certo c’è chi la...

Serial Minds Piattaforma - FilmTv n° 43/2019

L.A. today: per Uly (Ulysses) l’odissea è quotidiana, amorosa, sessuale, sotto rigido regime di droghe, saltuariamente stipendiata (tramite agenti interinali). Scopa con chi capita per sentirsi vivo, dice d’avere una passione per il coinquilino super-etero (0 in scala Kinsey), è...

Il Tappabuchi - FilmTv n° 43/2019

Massimo ha deciso, quand’ancora aveva 14 anni, di interrompere la comunicazione verbale con i suoi simili. Ora, superati i 20 anni, è attore di professione ma, fuori dal palcoscenico, continua ad arroccarsi nel mutismo. Ci provano in molti, in famiglia e in altri contesti, a distorglierlo dal...

Cinerama Piattaforma - FilmTv n° 42/2019

Nel 1983 Bresson gira L’argent, da Denaro falso di Tolstoj. Film sul denaro, quindi film «di rapporti e di raccordi» (Réne Prédal) tra cose e persone. Ma quali sono, oggi, «rapporti e raccordi», se i soldi sono immateriali, se «il credito è il tempo futuro della lingua del...

Cinerama - FilmTv n° 42/2019

Lione. Le vittime d’abuso sessuale di un sacerdote (padre Bernard Preynat) trovano oggi, da adulti, il coraggio di fare sentire la propria voce: una voce che chiede giustizia, e non può offrire perdono. Ozon ricostruisce con un film di fiction fatti realmente accaduti, seguendo il modo in cui...

Intervista - FilmTv n° 42/2019

Buon compleanno: 20 anni, per una trasmissione radiofonica, sono molti. Ci racconti la storia tua e di La rosa purpurea?
Sono sopravvissuto a sei direttori (ride, ndr). È un grande risultato per me. Avevo cominciato a raccontare il cinema in radio con...

Pagine

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy