Giulio Sangiorgio

Giulio Sangiorgio

Nasce su quel ramo del lago di Como e, quando non guarda, scrive. Gli piace il cinema comico - Buster Keaton, Jerry Lewis, Charlie Bowers, Pierre Etaix - quindi non può che diffidare della facile ironia. Pretende che i film sfidino le convinzioni del suo sguardo, per questo preferisce, sempre, ciò che eccede. Lo guida Chris Marker, piange Alain Resnais e, ingenuamente, crede che non esista correlazione tra l'r moscia e la voglia costante di cinema francese. Dirige Film Tv, sceglie film per Filmmaker, edita libri per Bietti Heterotopia. Non è in grado di stendere un suo profilo, ma sa che l'anagramma del suo nome è Luigio Nasogrigio. «E di me dico "egli"; – uno che non mi riguarda». Solo per ora, però.

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

Regista Berlin School, Shanelec è del gruppo la radicale, quella in cui la ricerca della “scuola” si presenta svestita dalla tentazione di una narrazione piana. Il film è tutto nel lavorio dello spettatore: lei gli consegna frammenti irrelati, siparietti banali, gag comici estratti dalla...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

Sotto l’egida di Saïd Ben Saïd, abilissimo produttore di cinema d’autore (rara avis), il regista israeliano di Policeman e The Kindergarten Teacher gira in terra francese un’opera semi-autobiografica: dopo aver cercato il punto di crisi di un uomo di legge e di una...

Editoriale - FilmTv n° 07/2019

Scompare dalle uscite della settimana Holmes & Watson - 2 (de)menti al servizio della regina, con i fratellastri per la pelle Will Ferrell e John C. Reilly. Film dai test screening fallimentari, Holmes & Watson era stato proposto dalla disperata Sony...

Intervista - FilmTv n° 07/2019

Intervista a Claudio Giovannesi

Unico italiano in concorso alla Berlinale 2019, La paranza dei bambini, racconto napoletano di formazione criminale, è il quarto film di fiction di Claudio Giovannesi. Regista eclettico nel curriculum - dal documentario (...

Il Tappabuchi - FilmTv n° 07/2019

Un’attrice in disfacimento psicologico. Un attore tredicenne in disintossicazione, con padre terapista tv e madre in precario equilibrio. Un autista con il sogno di sfondare come sceneggiatore. Una ragazza che arriva a Hollywood e fa intrecciare i loro destini. Cronenberg (canadese, come...

Cinerama - FilmTv n° 06/2019

Una cartolina. Prima la luce del sole, poi il buio, gradualmente. Un tramonto. Didascalia: Budapest, anni 10. La protagonista, in primo piano, è nascosta da un velo. Írisz. Come l’iride, che nel cinema restringe il campo visivo. Fa Leiter, di cognome, che significa “testa”. I genitori erano i...

Editoriale - FilmTv n° 06/2019

Il commissario tiene a precisare ancora un punto riguardo al colpevole: la sua spiccata fotogenia. Ecco perché vorrebbe la par condicio riguardo a foto di prede e predatori. In quante immagini appare, l’omicida! Mille volte di più rispetto al morto, senza contare poi che il suo pressbook viene...

Servizio - FilmTv n° 06/2019

Nei comunicati stampa la Berlinale lo dice (e se lo dice) forte e chiaro: che è il maggiore festival pubblico europeo (Cannes e Venezia non sono a misura di pubblico), che il suo mercato è indispensabile per il destino annuale di tantissimi film, registi, produttori, distributori, festival etc...

Il Tappabuchi - FilmTv n° 06/2019

Sei astronauti dell’International Space Station - un canadese, un americano, una svedese, un giapponese e un inglese, sotto il comando di una russa - scoprono la vita sul Marte. Ma l’ospite alieno è tutt’altro che pacifico. Una società privilegiata, multiculturale, educata al disinteresse...

Il Tappabuchi - FilmTv n° 05/2019

Dlin dlon. Ecco l’uomo del cavo. Installa la tv. E ti si installa nella vita. Secondo film da regista per Ben Stiller, Il rompiscatole costò alla Columbia Pictures 47 milioni di dollari. 20 furono spesi per ottenere i servigi di quello che a Hollywood era l’uomo del momento, il Jim...

Servizio - FilmTv n° 05/2019

Al genere supereroico, questioni filosofiche incluse, M. Night Shyamalan c’era arrivato ben prima dei cinecomix. Date in mano: Unbreakable 2000, SpiderMan 2002, Iron Man, atto di nascita del Marvel Cinematic Universe, 2008. I Batman di Burton e Schumacher...

Locandina - FilmTv n° 04/2019

Discutendo con Jean Renoir di La carrozza d’oro (che reputava il capolavoro dell’autore, nonostante il parere contrario di ogni critico intorno), il giovane François Truffaut sosteneva che i film storici erano film da girare in studio. En plein air, diceva, il paradosso era il...

Servizio - FilmTv n° 04/2019

Èvero: Benvenuti a Marwen di Robert Zemeckis (vedi recensione su Film Tv n. 2/2019) è la chiosa migliore a Bambole perverse (La nave di Teseo, pp. 394, € 22), ultimo libro di Mariuccia Ciotta e Roberto Silvestri. Un fuori tempo perfetto, solo d’un soffio. Un’appendice...

Editoriale - FilmTv n° 03/2019

In attesa di vedere Glass, che dal trailer è la versione al cubo di Io ti salverò, riguardo E venne il giorno (disponibile a noleggio su Chili e TIMVISION a € 2,99 e in HD a € 3,50 su Rakuten Tv), ovvero Gli uccelli secondo M. Night Shyamalan, finissimo...

Lost Highway - Piccole storie di cinema - FilmTv n° 03/2019

«Autore sempre vissuto in disparte (e ha motivo di vantarsene, vista la volgarità che comporta il successo) [...]. Di gran scuola nell’inventare le psicologie e i comportamenti, ricco come pochi di chiaroscuri, dotato come sempre di molta eleganza nella scrittura e nell’ambientazione». Sono...

Editoriale - FilmTv n° 02/2019

Ed eccolo qui, il numero del (piccolo) cambiamento, con le promesse mantenute, tutte le spunte sui buoni propositi e i nostri «fatto, fatto, fatto», uno dopo l’altro. Quattro pagine in più dedicate alle trame dei film (nuovi e da recuperare) da guardare su piattaforma, lasciando...

Il Tappabuchi - FilmTv n° 02/2019

Una miniera nella terra desolata e gelata. Due fratelli operai. Una donna. Un commercio d’alcol illegale. La tragedia dietro l’angolo. Il più piccolo paese ad avere un’industria cinematografica. Con abitanti che frequentano le sale tre volte di più di quello che fanno i cittadini degli...

Cinerama - FilmTv n° 01/2019

Un goffo scrittore maudit in attesa di pubblicare (Vincent Macaigne) e la giovane e arcigna spin doctor di un candidato socialista (Nora Hamzawi). Un editore possibilista sul passaggio al digitale (Guillaume Canet) e un’attrice teatrale divenuta famosa con una serie tv (...

Editoriale - FilmTv n° 01/2019

Ricominciamo. Ricominciamo, con questo numero 1/2019, con uno speciale dedicato a Suspiria e uno a Vice - L’uomo nell’ombra. Due cinemi lontanissimi, che crediamo sia importante pensare, promuovere, criticare. Il primo prepotente, narciso, sfacciatamente autoriale nel...

Servizio - FilmTv n° 01/2019

Intervista a Luca Guadagnino e Tilda Swinton

Nonostante l’impavido incrocio di forme - mélo che costeggia il saffico, thriller storico, sperimentazione ...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

Capri, 1914. Una pastorella, una formazione, tre poli: le radici arcaiche e contadine, il progressismo scientifico di un giovane medico, l’arte avanguardista e spirituale di una comune guidata da un nordeuropeo. Sullo sfondo esuli russi preparano la rivoluzione. E la prima guerra mondiale sta...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

È un laboratorio sentimentale, Nuestro tiempo. Una autofiction. Un esorcismo. Ci sono Reygadas e la moglie in persona (e i figli), c’è una coppia aperta che deve guardare occhi negli occhi la nuova storia d’amore di lei, c’è un regista che, dentro e fuori dal film, nuovamente, mette...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

Un goffo scrittore maudit e la spin doctor di un socialista. Un editore aperto al digitale e un’attrice teatrale protagonista in tv. Che cominci la ronde: arte ed esistenza, fiction e non-fiction, amore e tradimenti. Doubles vies. È l’Assayas di L’heure d...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

Ritorno ai 90. Dopo È solo la fine del mondo e 120 battiti al minuto, un ulteriore mélo su les années SIDA, come li chiamano in Francia. L’amore e il sesso al tempo dell’AIDS, seguendo i passi scomposti di uno scrittore che sa i propri giorni contati. Come sempre...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

Il Vertigo che ci meritiamo. I) Asako incontra Baku, coup de foudre, amore da film, piccolo mito sentimentale, romanticismo teen: principio di piacere. Poi Baku scompare. II) Asako incontra Ryohei, che fisicamente è identico a Baku, costruiscono un amore passo dopo passo, a...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

Mezzadri coltivano e lavorano tabacco. The Village: vivono fuori dal tempo, sotto l’egida di una nobile che governa tramite paura e ignoranza. Li sfrutta. E loro sfruttano Lazzaro, ingenuo lavoratore (inde)fesso. Poi il grande inganno è svelato, Lazzaro cade in un coma...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

Paraguay. Chiqui e Chela. Una coppia di donne borghesi mature, costretta a separarsi momentaneamente per la condanna di una. E una casa bellissima, in via di smantellamento, per l’incombente miseria. Quando Chiqui entra in prigione, è lei a consolare Chela, non viceversa. Ma lontana da questo...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

Transit. Non la partenza, non l’arrivo: un luogo sospeso, che produce fantasmi, immagini lasciate, immagini che si vorrebbero trovare. Storie da ascoltare. Nostalgia, speranza. Delusione, illusione. Ossessione. Petzold porta nella Marsiglia di oggi le pagine di Visto di transito di...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

22 luglio 2011. Un ordigno esplode a Oslo. 7 morti. È opera dello stesso uomo che sull’isola di Utøya uccide 77 giovani, riuniti per un convegno del partito laburista. Anders Behring Breivik. Estremista di destra. Prima l’esplosione nella capitale. Improvvisa. Istantanea. Poi, per i successivi...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

Dopo il Pardo d'oro, un film di 8 ore a Berlino. Dopo il Leone d'oro, questo. La Berlinale è un festival di reazione, per Diaz. Dopo il rischio del genere (lo storico, il noir), dopo l'ipotesi di ammorbidimento legato al sostegno della tv, ecco la risposta. Radicale. Respingente. Un film in cui...

Pagine

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy