Giona A. Nazzaro

Giona A. Nazzaro

Delegato generale Settimana Internazionale della Critica di Venezia. Programmatore Visions du Réel di Nyon (Svizzera). Collaboratore Festival del Film di Locarno. Autore di libri e saggi. Dischi, libri, gatti, i piaceri. Il resto, in divenire.

Cinerama - FilmTv n° 35/2014

A quattro anni di distanza da Io sono Tony Scott, ovvero come l'Italia fece fuori il più grande clarinettista del jazz e a dispetto di quanti spergiura(va)no che Franco Maresco non lo avrebbe mai portato a conclusione, giunge nei cinema italiani l'attesissimo Belluscone, una storia...

Intervista - FilmTv n° 35/2014

«Non riesco più a uscire dalla nausea», confessa Franco Maresco al telefono. «Un vitalismo infelice sostituisce l’energia che non ho più». Maresco, autore chiave per comprendere le trasformazioni del cinema italiano degli ultimi tre decenni, ha completato, finalmente, Belluscone, una storia...

Cinerama - FilmTv n° 33/2014

Capitolo finale della saga degli UniSol, per il momento, Il giorno del giudizio sposta in avanti le possibilità di una serie spentasi subito dopo il capostipite diretto da Emmerich, I nuovi eroi. John Hyams, figlio di Peter, innesta nel plot elementi dickiani degni di...

Cinerama - FilmTv n° 25/2014

Ex militante di "Filmcritica", rivista cui ha dedicato il libro L'avventura estetica: Filmcritica 1950-1995, Fabio Segatori, passando dietro la macchina da presa, ha sempre tentato di dare vita a un cinema italiano di genere che fosse interfacciato con quanto si muove al di là dei...

Cineteca - FilmTv n° 24/2014

Mentre in Italia i moti studenteschi e operai mettono in discussione gli equilibri politici, i genitori di Luciano sono sull’orlo della separazione. Per questo motivo il ragazzo è mandato a studiare in un collegio religioso. L’impatto con il mondo dell’istituto, dominato dall’autorità...

Cinerama - FilmTv n° 22/2014

Ricordi di domani, s'intitolava un'antologia di Philip K. Dick pubblicata da Urania nel 1988. E di Dick ce n'è davvero tantissimo in Edge of Tomorrow. Aspirante...

Servizio - FilmTv n° 21/2014

Si dice “l’ultimo Godard” come per periodizzare l’opera di un pittore o di uno scrittore. Come per delimitare spazialmente la vertigine che assale lo sguardo e il pensiero di fronte a ogni nuova sortita del cineasta, anche se questa definizione gli sta stretta da sempre, soprattutto da quando «...

Cinerama - FilmTv n° 16/2014

Nonostante l'aplomb da fantascienza seri(os)a, Transcendence è un'operazione fallimentare. Appoggiato sull'archetipo dell'esperimento che va male (un must da Frankenstein in poi), l'esordio di Wally Pfister è un ibrido fuori tempo massimo. Variazione sul tema delle...

Cinerama - FilmTv n° 15/2014

A quattro anni dal detour musical-documentario partenopeo di Passione, John Turturro s'immerge nel natìo borgo di Brooklyn per realizzare una commedia sentimentale dal passo felpato. Una rimpatriata fra umori, ambienti e volti amici. Una ronde amarognola e un po' indolente,...

Locandina - FilmTv n° 14/2014

«Mi chiedo per quale ragione, per quale ragione si debba andare a nord». «Perché ce l’hanno ordinato. E basta». Obiettivo Burma! è un film collettivo. Il dover compiere un’azione, attraverso l’articolarsi delle gerarchie, è una sorta di anatomia del comando. Raoul Walsh si affida al...

Cinerama - FilmTv n° 13/2014

La politica è il luogo-narrazione del cosiddetto filone young adult. Il punto fondamentale di cicli narrativi come Hunger Games e di operazioni parzialmente fallite come The Host è la possibilità di rifondare il patto sociale. Trovare nuove modalità di convivenza le quali sono...

Cinerama - FilmTv n° 12/2014

Il più problematico e complesso dei supereroi Marvel ritorna, con Steve Rogers operativo in un mondo che non è più quello rooseveltiano così mirabilmente messo in scena da Joe Johnston nel contestato capostipite della saga a stelle e strisce. Diretto con una verve insospettabile da Anthony e...

Cinerama - FilmTv n° 08/2014

Un progetto covato a lungo, Per Ulisse. Un progetto al quale Giovanni Cioni ha dedicato moltissimo tempo ed energie, mettendolo a più riprese in discussione sia come gesto filmico sia come operazione politica. Invitato a Firenze in un centro di socializzazione per tossicodipendenti,...

Servizio - FilmTv n° 08/2014

Bong Joon-ho non è un regista che ha fretta. Inquieto, visionario, con un’opinione molto precisa e articolata rispetto alle cose che non gli garbano del suo paese, quella Corea a doppia velocità, divisa fra nord e sud. Nato nel 1969 a Daegu, ha esordito nel 2000 con un film che in Italia si è...

Cinerama - FilmTv n° 02/2014

«Oh, come ti odieranno», biascicò un John Wayne ubriaco di Wild Turkey all'alba della mattina in cui Bruce Dern gli avrebbe sparato alle spalle sul set di I cowboys di Mark Rydell. E ancora oggi Dern è l'uomo che ha ucciso John Wayne e pochi ricordano che lui è «la più grande star mai...

Scanners - FilmTv n° 01/2014

Solo un anno dopo l’esordio maiuscolo, Dolan si ripresenta con un film che toglie il fiato anche a quanti avevano avuto da eccepire sul suo esordio. L’influenza esercitata dai pizzicato di memoria wongkarwaiana s’accentua al punto da conferire al triangolo sentimentale una solennità quasi...

Scanners - FilmTv n° 01/2014

Presentato alla Quinzaine des réalisateurs nel 2009, J’ai tué ma mère lancia un giovanissimo Xavier Dolan nell’empireo dei registi da tenere assolutamente d’occhio. Appena ventenne, Dolan, irritantemente dotato, e narcisisticamente consapevole del proprio talento, realizza un film che...

Cinerama - FilmTv n° 50/2013

Non meraviglia che nel momento in cui la battaglia delle Pussy Riot ha assunto i connotati della lotta anticapitalistica i media occidentali, inizialmente sedotti dall'aggettivo "punk", abbiano progressivamente dimenticato Maria Alyokhina e Nade¸da (Nadia) Tolokonnikova, che invece marciscono...

Locandina - FilmTv n° 46/2013

C’era una volta uno spadaccino monco. Il suo nome era Wang Yu. Giunse in Italia nell’anno di grazia 1968, sull’onda di un titolo altisonante: Mantieni l’odio per la tua vendetta. Realizzato nel 1967, il film di Chang Cheh anticipò la breve ma entusiasmante stagione, per chi l’ha...

Cinerama - FilmTv n° 44/2013

Nimród Antal è un discendente in minore della tradizione degli ungheresi che hanno rafforzato le fila del cinema di serie B hollywoodiano - da André De Toth a Michael Curtiz - e possiede un tocco scarno ma sempre "giusto". Infatti, se si esclude Kontroll, nessuno dei suoi film...

Cinerama - FilmTv n° 43/2013

Due pistole. Il titolo americano (2 Guns) non lascia adito a dubbi, quello italiano evoca militanze extraparlamentari settantesche. Uno sbirro infiltrato (Washington) e un militare in missione speciale (Wahlberg) prima uniscono i loro sforzi poi si separano e infine si ritrovano per...

Intervista - FilmTv n° 39/2013

Lei è uno dei pochi registi statunitensi ancora in attività che ha lavorato con i mostri sacri della Hollywood classica.
Il primo a incoraggiarmi è stato Henry Fonda. Aveva visto alcuni miei film in Super 8 e mi ha consigliato di prendere in considerazione l’ipotesi di passare...

Cinerama - FilmTv n° 38/2013

L'horror è come l'heavy metal. Nonostante sia un genere molto prolifico, a fare la differenza è sempre un pugno di film che segna uno scarto, per poi essere assunto a sua volta a modello. Con You're Next, Adam Wingard ripassa i riff tipici del cosiddetto home invasion, nella...

Cinelab: Intervista - FilmTv n° 35/2013

Dopo tanto documentario, un film di fiction: La variabile umana, da giovedì 29 agosto 2013 in sala. Da dove nasce questo desiderio?
Da una sorta di frustrazione. Volevo raccontare in maniera ravvicinata l’intimità di questo paese in forme che il documentario non...

Scanners - FilmTv n° 34/2013

I festival (con alcune eccezioni) considerano Takashi Miike un autore da competizione solo quando manifesta il suo versante storico-intimista. Come dire: samurai dal passo sospeso e sguardo dolente. Se invece mette mano al manga Ai to Makoto di Ikki Kajiwara e Takumi Nagayasu, pubblicato nel...

Locandina - FilmTv n° 30/2013

Non è segreto per nessuno che nei confronti di Clint Eastwood è in atto una sorta di revisione critica. Segno di un’incapacità di (continuare a) gestire e rielaborare il suo cinema più recente. Come solo i più grandi, si pensa a Manoel de Oliveira o a Roberto Rossellini, Clint, oltre la...

Cinerama - FilmTv n° 29/2013

Sarebbe cosa buona e giusta se ottimo intrattenimento come Pacific Rim 3D potesse essere giudicato entro i limiti che il film stesso dichiara. Senza inutili ideologismi retrosinistroidi o scandalizzati integralismi di retroguardia. Da amante delle mitologie popolari e pop, Del Toro...

Cinerama - FilmTv n° 27/2013

Judd Apatow è un genio. Il cineasta statunitense più appassionante dell'ultimo decennio. Attivo sin dai primi 90, è un nome chiave per comprendere come la tv sia diventata il crocevia dove il cinema classico è stato riprocessato iniettando in questo modo nuova vita in entrambi i linguaggi. Al...

Locandina - FilmTv n° 25/2013

Inevitabile sentirsi dei traditori collaborazionisti scrivendo dei Watchmen secondo Zack Snyder. La jihad culturale che separa Alan Moore da Hollywood, e viceversa, è insormontabile come il Vallo di Adriano. Da un lato l’autore “pop” più importante prodotto dalla cultura anglosassone...

Cinerama - FilmTv n° 24/2013

È sulle opere su commissione che si misura il valore di un cineasta. After Earth è il film delle prime volte. Primo lavoro in digitale e prima sceneggiatura non originale accettata dal regista. Romanzo di formazione in chiave di avventura iniziatica survivalista, vede Jaden e Will...

Pagine

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy