Giona A. Nazzaro

Giona A. Nazzaro

Direttore artistico del Festival del Film di Locarno. Autore di libri e saggi. Dischi, libri, gatti, i piaceri. Il resto, in divenire.

Lost Highway - Piccole storie di cinema - FilmTv n° 24/2022

Iniziamo dalla fine. Dalla camminata sul tappeto rosso a Cannes quando Baz Luhrmann e cast si sono presentati per la memorabile prima mondiale di Elvis. Con un ghigno da Jack Palance felice e un cinturone con la fibbia eponima del film, Luhrmann dirigeva - letteralmente - i suoi con...

Cinerama - FilmTv n° 23/2022

Più che un film, un software. Atteso, il nuovo capitolo della saga giurassica si rivela il più deludente, e a nulla vale il ritorno di Sam Neill, Laura Dern e Jeff Goldblum. Probabilmente se ne occuperanno i narratologi del futuro, ma il cinema statunitense, oggi, è davvero “tutto uguale”....

Cinerama Piattaforma - FilmTv n° 23/2022

Diretto da Youssef Chebbi e Ismaël, una parte importante della nuova onda tunisina con Alaeddine Slim, Abdelhamid Bouchnak e Mehdi Hmili (cui ora si aggiunge a pieno titolo Erige Sehiri), Black Medusa è un film che rompe violentemente gli sche(r)mi del visibile possibile. Da una banale...

Cinerama - FilmTv n° 21/2022

Probabilmente oggi si fatica a comprendere la portata epocale dell’ipotesi del compromesso storico per una società politicamente divisa come quella italiana, e in quel contesto di “guerra fredda” che nelle piazze era caldissima. Le «convergenze parallele» evocate dall’onorevole Aldo Moro fra...

Cinerama - FilmTv n° 20/2022

Purtroppo, sovente, i film come Gagarine - Proteggi ciò che ami sono bollati con l’appellativo di “furbi”. Come se fosse un peccato mortale riuscire nell’impresa di raccontare una storia che progressivamente, inavvertitamente scivola nel fantastico e, sorpresa!, continua a “dire” delle...

Scanners - FilmTv n° 17/2022

C’è qualcosa di nuovo che si agita nel cinema svizzero. Nel numero 45 della rivista tedesca “Revolver”, Benjamin Heisenberg nel corso di un’approfondita discussione che vede protagonisti i fratelli Zürcher (vedi Film Tv n. 3/2022, ndr), Katharina Wyss, Cyril Schäublin e Silvan Hillmann...

Cinerama - FilmTv n° 16/2022

Sulla carta, la storia del film è lineare. Quattro amiche. Una di loro decide di divorziare. Le altre, di riflesso, iniziano a ripensare le loro relazioni matrimoniali. Una storia semplice. Eppure, da questa traccia domestica, Happy Hour si dilata sino a diventare galassia. Ryûsuke...

Cinerama - FilmTv n° 13/2022

Lamb è uno di quei film che si presenta come molte cose insieme contemporaneamente. Da un lato, un evidente “film da festival”, perché paradossalmente ormai solo nei festival pare sia rimasto spazio per sondare avventure narrative non convenzionali (sulle piattaforme è un altro...

Scanners - FilmTv n° 11/2022

Lemohang Jeremiah Mosese, per noi un regista del futuro (vedi Film Tv n. 13/2020), è senza alcuna ombra di dubbio, e tanto vale ribadirlo con forza, uno dei più interessanti, se non il più audace in assoluto, a emergere dal continente africano. Assieme a C.J. Obasi, ma dotatosi di altre...

Intervista - FilmTv n° 11/2022

Quanti anni ha impiegato per realizzare Il male non esiste? Le autorità iraniane erano al corrente del progetto?
Per scrivere la sceneggiatura ci sono voluti due anni. Poi, grazie alla meravigliosa squadra con la quale lavoro, tutto è andato rapidamente per il...

Cinerama Piattaforma - FilmTv n° 09/2022

Tratto dal romanzo di Alexei Salnikov, il film diretto da Kirill Serebrennikov, ambientato nella Russia post sovietica contemporanea, mette in scena un topos russo per eccellenza: il peregrinare in stato di ebbrezza immortalato in tanti libri noto come zapoj. Nel film di...

Piattaforma: Servizio - FilmTv n° 09/2022

Uno studio di un aspirante dittatore: Parola di Dio non bada a sfumature. Veniamin vuole imporre un sistema politico basato sulla parola di Dio. Un soggetto difficile che Kirill Serebrennikov tratta frontalmente ma permettendogli di respirare, e senza...

Editoriale - FilmTv n° 09/2022

Nessuna pretesa di sostituirsi agli analisti e a coloro che si occupano di diplomazia e geopolitica. Sarebbe inaccettabile in un momento in cui i morti aumentano e la popolazione inerme è vittima delle bombe. Quel che accade è sotto gli occhi di tutte e tutti. Passeggiando per le strade di Kyïv...

Cinerama - FilmTv n° 08/2022

Il titolo originale (Les choses humaines) suggerisce sia che “siamo tutti sulla stessa barca” sia l’inevitabile “comédie humaine”. Ambientato ai piani alti della borghesia parigina, vede protagonisti Claire (Charlotte Gainsbourg), autrice femminista, e Jean (Pierre Arditi), dinosauro...

Cinerama Piattaforma - FilmTv n° 07/2022

Liborio è uno di quei film che sembrano fuori dal tempo. Nino Martínez Sosa rievoca la storia terrena di Olivorio Mateo (interpretato con forza inquietante da Vicente Santos), un contadino dominicano che nei primi anni del XX secolo, lungo il confine con Haiti, organizzò una comunità (...

Cinerama - FilmTv n° 06/2022

Prima ancora che fosse annunciato alla Semaine de la critique di Cannes 2021, Piccolo corpo, esordio sulla lunga distanza di Laura Samani, era già uno dei titoli più attesi. Erano bastate poche immagini a convincere che il film si sarebbe rivelato, senza dubbio alcuno, come uno dei...

Cinerama - FilmTv n° 05/2022

Si dice poco, anche fra i cinefili, ma Mathieu Amalric è una delle intelligenze registiche più appassionanti in circolazione oggi (ha portato per primo Del Giudice sugli schermi con Lo stadio di Wimbledon). Si presta ancora troppo poca attenzione alle sue regie. In qualità di...

Il lungo addio - FilmTv n° 05/2022

Di Meat Loaf, scomparso il 20 gennaio 2022 a 74 anni, tutti sanno due cose: lui era Eddie in The Rocky Horror Picture Show e Bob in Fight Club. Pochi altri magari ricorderanno che ha prestato la voce a Free-for-All, il secondo album solista di Ted Nugent dopo l’...

Scanners - FilmTv n° 03/2022

Se c’è un cineasta che sa fare un film con poco o quasi niente, questi è senz’altro Miguel Gomes. A dire il vero di niente c’è pochissimo nei suoi film perché anche in quelli leggerissimi ci sono, come si suol dire, tantissime cose. Amatissimo dai programmatori festivalieri e dai cinefili delle...

Cinerama - FilmTv n° 02/2022

Ex membro dello staff dell’ambasciata francese di Londra, Laurent Garnier ha iniziato a far girare i piatti a Manchester, città chiave per l’evoluzione della musica acid house, alla fine degli anni 80. E, sì, ha suonato anche al leggendario Haçienda. Appassionato di musica e padrone di una...

Intervista - FilmTv n° 02/2022

Vedendo America Latina, e in base alle reazioni veneziane, sembra che con questo film abbiate deliberatamente scelto di sottrarvi all’abbraccio che la stampa e i media non vedevano l’ora di offrirvi.
FABIO D’INNOCENZO:
Non decidiamo mai il progetto da realizzare...

Lost Highway - Piccole storie di cinema - FilmTv n° 01/2022

Cosa resta del cinema delle sorelle Wachowski, autrici transgender? A osservare la parabola della loro produzione, non sempre compresa correttamente in tutte le sue articolazioni estetiche e politiche, non tanto dalla critica ma dagli appassionati di cinema di genere e di fantascienza, non si...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

Il Sorrentino che parla da Napoli è il Sorrentino più convincente, sempre. Sin da L'uomo in più - esordio maiuscolo - il regista ha rivelato una sintonia sovrannaturale fra il suo sguardo e Napoli. È stata la mano di Dio conferma che quando Sorrentino asseconda il suo afflato...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

Dopo avere drammaticamente fatto il suo ingresso sulla scena del cinema italiano con Lo chiamavano Jeeg Robot, Gabriele Mainetti compie un altro scarto in una direzione inattesa: l’affresco epico e picaresco in chiave mutante. In fondo Freaks Out è una origin story ...

Cinerama - FilmTv n° C0/2021

Il film che non ti aspetti, da una regista che senza mai dispiacere del tutto, certo non ha mai brillato graffi, o scarti. E invece con La fracture le riesce un colpaccio mica da niente, una di quelle commedie impegnate che se fossero state realizzate dalle nostre parti si griderebbe...

Cinerama - FilmTv n° C0/2021

Sognato per anni, Paul Verhoeven si presenta con questo Benedetta, film tanto entusiasmante quanto potente e moderno. Tutto costruito sul principio della sospensione dell’incredulità - i miracoli e le visioni vengono da Dio o sono il frutto di una messinscena (del cinema)? - cui è...

Cinerama - FilmTv n° C0/2021

Il film del festival. Attesissimo, non solo è stato all’altezza delle premesse ma ha rilanciato un’idea molto semplice (si fa per dire...): Il cinema si fa senza remore, con le idee, pensando al di fuori del pensabile ammesso, al di là del visibile considerato valuta corrente. Tutto ciò che...

Cinerama Piattaforma - FilmTv n° 51/2021

Basterebbe osservare come Philippe Garrel usa Fleur de ma ville, brano dei Téléphone scritto da Jean-Louis Aubert tratto dal loro terzo album Au coeur de la nuit, che nelle intenzioni della band (rifiutate dalla casa discografica) doveva intitolarsi Sweet heroïne, per...

Servizio - FilmTv n° 51/2021

ACOUSTIC & AMBIENT SPHERES - VOL. 2 DEI POPOL VUH BMG, DA € 70,41
Due film cruciali di Werner Herzog (Cuore di vetro e Cobra verde) e due dischi chiave come Seeligpreisung e Agape-Agape Love-Love per la band di Florian Fricke....

Intervista - FilmTv n° 50/2021

Diabolik non è solo un’icona nazionale. Il re del terrore è conosciuto anche da chi non legge gli albetti dell’Astorina. Christophe Gans sognava di farne un film. Bertrand Mandico pure. Per voi cosa significa Diabolik e qual è stata la molla che vi ha spinto a confrontarvi con una tale...

Pagine

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy