Giona A. Nazzaro

Giona A. Nazzaro

Delegato generale Settimana Internazionale della Critica di Venezia. Programmatore Visions du Réel di Nyon (Svizzera). Collaboratore Festival del Film di Locarno. Autore di libri e saggi. Dischi, libri, gatti, i piaceri. Il resto, in divenire.

Piattaforma: Servizio - FilmTv n° 16/2021

Ogni qual volta Jean-Luc Godard riscrive la storia della nouvelle vague (e questo sarebbe un libro/film interessante da fare…), l’unico nome che non viene mai messo in discussione è quello di Jacques Rivette. In passato c’erano stati screzi con Rohmer, per esempio, e nella...

Cinerama Piattaforma - FilmTv n° 15/2021

Il manierismo elegante di film come Aferim! (2015) e Scarred Hearts (2016) ha lasciato il posto a un luddisimo cinematografico dichiaratamente… ludico che nella polemica frontale verso l’involuzione politica della Romania ha offerto nuova linfa al cinema di Radu Jude. Il film...

Cinerama Piattaforma - FilmTv n° 15/2021

Un colpo di stato durante il matrimonio di una rampolla dell’aristocrazia messicana. La servitù è parte del complotto. I ricchi vengono falcidiati senza pietà. La promessa sposa, che si era allontanata per portare dei soldi all’anziano domestico che ne ha bisogno per un intervento chirurgico,...

Cinerama Piattaforma - FilmTv n° 11/2021

Tratto dall’omonimo libro di Nico Walker, ispirato all’esperienza bellica in Iraq dell’autore, reduce affetto da sindrome da stress post traumatico, eroinomane, dipendente da ossicodone e altre sostanze chimiche e farmaceutiche, il film dei fratelli Russo si offre come un testo chiave per...

Cinerama Piattaforma - FilmTv n° 11/2021

Matthew Rankin è il cineasta canadese più interessante del momento. I suoi corti ne hanno fatto uno dei nomi più imprevedibili in attività. Profondo conoscitore dell’esperanto (non c’entra - o forse sì - ma diverte notarlo…), abilissimo nel manipolare tecniche e formati eterodossi, riesce a...

Servizio - FilmTv n° 10/2021

Nel 1997 Kurt Cobain era morto da tre anni e il rock stentava a riprendersi dallo shock. Cobain, che in vita era stato attentissimo a non fare mosse false, con la sua morte si consegna alla macchina del packaging infinito. Quando Cobain muore, nonostante i Public Enemy, la musica è...

Cinerama Piattaforma - FilmTv n° 08/2021

Un film che sfida le definizioni classiche: né finzione, né documentario (classico). Pennetta racconta - meglio: osserva - le vite parallele di due ragazzi che il mondo non contempla. Uno raccoglie ferro nelle discariche, l’altro, nigeriano, vive all’ombra di una chiesa. Entrambi sono esclusi....

Cinerama Piattaforma - FilmTv n° 07/2021

Una casa ritratta in una foto risalente al 1919. Jamna, un villaggio sperduto fra Ucraina e Polonia. A partire da pochissimi elementi, Roubini si mette sulle tracce del nonno emigrato in Italia nel 1957. Le persecuzioni naziste, la morte, e una storia da sottrarre alla rimozione. La sguardo...

Cinerama Piattaforma - FilmTv n° 06/2021

Anna vive per le strade di Mosca. Vittima di abusi domestici, dopo una rapina finita male e un inseguimento automobilistico finito peggio (ma coreografato da David Julienne), viene reclutata dal KGB. Un remake di Nikita, insomma. Luc Besson svolge e riavvolge il nastro del tempo. Lo...

Servizio - FilmTv n° 06/2021

IN ALTRI TEMPI AVREMMO AFFERMATO, SENZA PENSARCI TROPPO, CHE IL CINEMA DI LUC BESSON È “FEMMINILE” SE NON ADDIRITTURA “FEMMINISTA”. E ci saremmo sbagliati. Ma non se ne sarebbe accorto nessuno. Il che è in sé parte del problema. Avremmo edificato una teoria autoriale a tutto...

Cinerama Piattaforma - FilmTv n° 05/2021

Syllas Tzoumerkas è un talento interessante ma sommerso, o poco frequentato. Esordisce con Homeland nel 2010 alla Settimana della critica a Venezia, dopo essersi fatto un nome con il corto The Devouring Eyes fra la Cinéfondation di Cannes e il festival Karlovy Vary dove vince...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

Gli anni 70 sono un teatro edipico. Ed è tutta una questione di padri e figli. Il padre (Pierfrancesco Favino, magistrato sotto scorta) è una scena primaria, retta da una madre assente. Il figlio - come si evince dalle parole della PFM - è in cerca di se stesso e osserva tutto da dietro un...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

La "questione" palestinese è ormai (ridotta a ?) "memoria fotografica". Oggetto di una mostra allestita in un locale di Haifa a ridosso di un passaggio ferroviario. Le fotografie del conflitto disposte lungo le pareti è come se incorniciassero le vite di tutti i personaggi che ruotano nel...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

Che cosa è il cinema? Cosa ha significato? Philippe Garrel lo sa. Sa che il cinema è esistito. Il sale delle lacrime, che titolo magnifico!, è una storia del cinema – vissuta dalla prospettiva della nouvelle vague – nelle cui articolazioni sembrano riverberare le parole e i pensieri...

Speciale - FilmTv n° 52/2020

Intervista ci sembra il piccolo film segreto di Fellini, giunto in fine di carriera a sigillare con una leggerezza ironica e divertita una filmografia esemplare. La cifra è quella del falso documentario, già sperimentata con grande successo con Roma. Maestro delle cerimonie...

Servizio - FilmTv n° 51/2020

La definizione “cinema del reale”, che fa sorridere i sostenitori del “tanto tutto il cinema è reale e documentario”, vanta se non altro il merito di porre due domande: una sul cinema e l’altra sulla presunta realtà. Si potrebbe dichiarare immediatamente che...

Servizio - FilmTv n° 50/2020

THE COMPLETE 1969 RECORDINGS KING CRIMSON, DGM, DA €153
Dopo una serie infinita di ristampe, protrattasi negli anni per regalare nuove esperienze di ascolto del capolavoro In the Court of the Crimson King, arriva l’orgia definitiva, con la raccolta di tutte le...

Cinerama Piattaforma - FilmTv n° 50/2020

La parola chiave è “intersezionalità”: da Kimberlé Crenshaw passando per Reni Eddo-Lodge, il razzismo non è solo il razzismo. Le forme di esclusione non agiscono indipendentemente ma sono interconnesse e creano un sistema di oppressione che riflette l’intersecarsi di molte forme di disparità....

Cinerama Piattaforma - FilmTv n° 47/2020

Osservando da vicino il vero J.D. Vance (al secolo James Donald Bowman) si scopre che il personaggio, interpretato nel film di Ron Howard da Owen Asztalos e Gabriel Basso, è vicino agli ambienti del partito repubblicano, vanta frequentazioni con l’ideologo religioso e tradizionalista Rod Dreher...

Serial Minds - FilmTv n° 46/2020

Iniziamo dalla quasi fine. E cioè da H.P. Lovecraft. Uno dei meriti della serie tv creata da Misha Green e prodotta da Jordan Peele e J.J. Abrams che ha reinventato l’omonimo romanzo di Matt Ruff (sul viaggio di un giovane afroamericano negli Usa degli anni 50) è avere osato affrontare la...

Muzik - FilmTv n° 46/2020

La traccia iniziale è una dichiarazione d’intenti: Vie-Ni. «C’è tutto un mondo lì dentro», dichiara il curatore di Morricone segreto Pierpaolo De Sanctis. Tratta dal film Quando l’amore è sensualità, è uno dei sette inediti scovati per questa prima...

Cinerama Piattaforma - FilmTv n° 44/2020

«Le guerre cominciano perché complichiamo le cose». Nobuhiko Ôbayashi, regista nipponico noto soprattutto per la fantasmagoria Hausu, horror sui generis nel quale s’intrecciano ironia pop, citazionismo e uno spirito iconoclasta influenzato dal surrealismo, si diletta con una...

Cinerama Piattaforma - FilmTv n° 44/2020

Sin troppo facile liquidare Sacha Baron Cohen con la formuletta “è solo candid camera”. Così come è sin troppo facile liquidare il nuovo exploit di Borat Sagdiyev, come pure ha fatto una parte della stampa anglosassone (“Guardian”, “New York Times”), come una mera ripetizione di cliché...

Piattaforma: Servizio - FilmTv n° 42/2020

Quando nel 2019 Sacha Baron Cohen è stato insignito dalla Anti Defamation League dell’International Leadership Award, pronunciò un vibrante discorso di rara lucidità politica rivolto contro Mark Zuckerberg e Facebook. «Se Hitler fosse vivo oggi potrebbe fare pubblicità al suo...

Cinerama Piattaforma - FilmTv n° 41/2020

Rabah Ameur-Zaïmeche appartiene anagraficamente alla seconda ondata migratoria algerina. Con un certo margine di dichiarata approssimazione, si situa fra Merzak Allouache e l’avvento dei nuovissimi come Karim Moussaoui o Sofia Djama. Presentato nell’ambito del Certain regard 2006, Bled...

Muzik - FilmTv n° 39/2020

Che cosa fossero esattamente delle “pellicce psichedeliche” non s’è mai capito. Anche se il riferimento a Venus in Furs dei Velvet Underground era evidente. Gli Psychedelic Furs, la band guidata da Richard Butler, una delle voci più inconfondibili della stagione post-...

Intervista - FilmTv n° 39/2020

Presentato al Festival di Cannes 2019, arriva in sala dal 1° ottobre 2020 Roubaix, une lumière, ultimo lavoro di Arnaud Desplechin: ne parliamo con lui.

Come si colloca questo film nel contesto della sua opera e delle sue tracce autobiografiche?
Avevo...

Servizio - FilmTv n° 38/2020

Con Edoardo Bruno, scomparso a 92 anni il 16 settembre 2020, se ne va una parte importante della critica cinematografica italiana. Bruno, con la sua rivista, “fondata” da Roberto Rossellini, Umberto Barbaro e Galvano Della Volpe, ha fatto la differenza nel pensare il cinema in Italia. «Il primo...

Servizio - FilmTv n° 36/2020

Abbiamo recensito Tenet sul Film Tv n. 35/2020, ma non abbiamo smesso di interrogarci sul film. In questo speciale le riflessioni (con spoiler!) di alcune delle nostre firme.

Cinerama - FilmTv n° 35/2020

Tuttinsieme riprende il filo di Prima di tutto (2012). I gemelli David e Denis, nati tramite maternità surrogata, sono cresciuti. L’omofobia, ancora una volta, alza arrogante la testa. I bambini e i genitori hanno sviluppato un rapporto intenso con Cynthia e Amanda, le donne...

Pagine

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy