Giulio Sangiorgio

Giulio Sangiorgio

Dirige Film Tv, sceglie film per Torino Film Festival, co-dirige I mille occhi di Trieste. Non è in grado di stendere un suo profilo, ma sa che l'anagramma del suo nome è Luigio Nasogrigio.

Cinerama - FilmTv n° 11/2012

1973. Il comportamentista Herb Terrace ha un'idea fissa: uno scimpanzé, se cresciuto alla stregua di un cucciolo d'uomo, è in grado di sviluppare un linguaggio. La verifica, che si scopre incerta e quasi implode nel tragico, ha ovviamente la forma di un esperimento: il Project si chiama Nim,...

Cinerama - FilmTv n° 10/2012

Prodotto nel 2004, 8 anni dopo Adisa o la storia dei mille anni trova la via del grande schermo e una distribuzione in dvd (accompagnato da un volume con testi di Predrag Matvejevic, Paola Traverso e Silvia Angrisani, prefazione di Silvio?Soldini, introduzione di Fabrizio Grosoli,...

Cinerama - FilmTv n° 10/2012

Là-bas: l'Europa, l'Italia, Castel Volturno. Yssouf, giovane africano, raggiunge il Belpaese covando il sogno dell'arte, sperimenta la miseria dell'onestà, s'accovaccia sotto l'egida di un parente - gangster risoluto, zio amorevole - che lo invita a percorrere le sue stesse orme: da...

Intervista - FilmTv n° 09/2012

«Quel che manca è un Pasolini: quante volte dopo la sua morte abbiamo sentito questo lagnoso luogo comune. Anche a me è capitato di provare questo rimpianto [...] Ma bisogna convenire che Pasolini ha dato, e detto, tutto». Ti leggo queste frasi di Piergiorgio Bellocchio (tratte da ...

Intervista - FilmTv n° 09/2012

«Non sono un autore da un film all’anno, ho bisogno di accompagnare i miei progetti, curarli nei dettagli. Credo sia per questa cura che le mie opere precedenti sono così amate. Comunque no, in questi anni non mi sono dedicato all’ozio. Ho lavorato in radio, in Tv, a teatro. Ho fatto due figli...

Cinerama - FilmTv n° 08/2012

Alaska, 1988. Intorno a tre balene da salvare, la giustificazione di un proverbio: «Il mondo è bello perché vario». Ci sono un reporter locale, una giornalista in carriera, l'esercito degli Stati Uniti al cospetto dell'arcaica comunità indigena, una militante di Greenpeace e un cinico...

Cinerama - FilmTv n° 08/2012

Una Maserati a 200 km/h, le strade, la notte. Sull'auto due uomini: Philippe è un raffinato signore di mezz'età, bianco, appartenente all'altissima società, costretto da una paralisi su una sedia a rotelle; Driss è un giovane della banlieue, nero, un passato da piccolo criminale, dunque un...

Cinerama - FilmTv n° 07/2012

Cose da sapere su Matt King. Professione: avvocato. Residenza: Hawaii. Stato civile: coniugato (con una donna in coma irreversibile e due figlie per le quali è stato sempre il genitore di riserva). Interessi: il lavoro (e il lavoro, e il lavoro). Problemi: un lutto da elaborare; la prole orfana...

Cinerama - FilmTv n° 07/2012

L'evento notevole di ... E ora parliamo di Kevin è una strage: l'uccisione di studenti adolescenti per mano di un pari, sul palcoscenico di una scuola della provincia americana. Il punto di vista è quello della madre dell'assassino; la trama lo scavo nella memoria del complesso...

Locandina - FilmTv n° 06/2012

Non ha niente, di caldo, l’amante di La peau douce, titolo originale del facile, banale, pruriginoso La calda amante. Perché in questo triangolo l’amour non è fou, perché sulla pellicola non riaffiora il calore profondo dei moti dello spirito, ma s’imprime a...

Editoriale - FilmTv n° 05/2012

Era la modernità della Settima Arte. Uno di quei nomi che non sfigurano accanto ad Antonioni e Rossellini, Godard e Resnais, riferimento obbligato nell’evoluzione del linguaggio cinematografico. Uno che fu espulso dalla Idhec, la scuola di cinema parigina, perché - «arrogante e indisciplinato...

Cinerama - FilmTv n° 05/2012

«Giurate di dire tutta la verità»: è l'invito di un padre alle figlie, prima che compaia il cartello con il titolo del film. Polisse: che suona come polizia in francese (ovvero Police, titolo di un bellissimo, dimenticato polar di Maurice Pialat), ma si legge come fosse un...

Cinerama - FilmTv n° 04/2012

«È incredibile quanto non conosci il gioco a cui hai giocato per tutta la vita». Si apre su questa sentenza (della leggenda del baseball Mickey Mantle),L'arte di vincere, film sportivo e ritratto umano tratto da The Art of Winning an Unfair Game, libro incentrato sulla figura...

Cinerama - FilmTv n° 03/2012

Primo film italiano partecipato. Ovvero composto da eterogenei svolgimenti sul tema proposto da una quindicina di cineasti, orchestrati in unico montaggio da Antonietta De Lillo con l'aiuto dei Botrugno e Coluccini di Et in terra pax. Un'indagine su un rito collettivo irrinunciabile,...

Cinerama - FilmTv n° 03/2012

Sarajevo, oggi. Lei è Luna, lui Amar. Sono musulmani, non osservanti. Lei è una hostess: vola e ritorna sempre da lui, controllore di volo. Ma lui non si controlla, persevera nel bere, perde il lavoro. Lei ha pure un desiderio che lui non riesce a soddisfare: un figlio. Eppure, nell'ostinazione...

Cinerama - FilmTv n° 03/2012

Schermo nero. Rumori, presenze. E poi Luminita, giovane moldava, marginale persino in una baraccopoli, clandestina in cerca del minimo riconoscimento sociale, di un documento falso che documenti una (comunque) falsa integrazione. O quantomeno certifichi la sua esistenza. E poi Antonio, anziano...

Cinerama - FilmTv n° 02/2012

I fratelli Farrelly sanno bene che la loro scorrettezza provocatoria è stata ormai superata a destra dall'Apatow style e dalle commedie hard neobarbariche tipo Una notte da leoni. Quindi, da un po' si dedicano solo a saldare debiti d'ispirazione. Se Libera uscita faceva i...

Cinerama - FilmTv n° 02/2012

Le parole, diceva Giorgio Caproni, «dissolvono l'oggetto». Quante parole in La talpa, adattamento di un romanzo - grigio, mesto e bellissimo - di John le Carré. Che in 346 pagine rielabora una storia vera: la sua, quella di David Cornwell (questo il vero nome del romanziere), agente...

Locandina - FilmTv n° 02/2012

Storia di un professore, di un’alunna, di spiriti colpevoli e irredimibili, di un amore impossibile. Il film meno amato da Zurlini, tra i maggiori e maggiormente sottovalutati autori del nostro cinema, «perché Alain Delon» che il regista con malcelato sprezzo aristocratico chiamava “macellaio...

Locandina - FilmTv n° 01/2012

«Sono cresciuti guardando film che erano già derivati da altri film» dice John Landis di J.J. Abrams e Quentin Tarantino «quindi siamo arrivati a tre passaggi di distanza dalla realtà». Difficile stabilire a quanti gradi di separazione dal reale si collochi Bastardi senza gloria:...

Locandina - FilmTv n° 51/2011

Jacques Rivette diceva: «Tutti i film sono sul teatro, non esiste altro soggetto». Il palcoscenico, per Arnaud Desplechin, a partire dall’esordio La vie des morts («è nato un nuovo sguardo» scrisse Jean Douchet), è l’istituzione Famiglia, regina delle finzioni, dove gli affetti sono...

Cineteca - FilmTv n° 50/2011

Michael non ha pagato il riscatto per moglie e figlia, che, per questo, sono state uccise. 15 anni dopo incontra una copia conforme della moglie, ennesima donna depalmiana che visse due volte, come due volte rivive la scena del crimine, nella riproposizione quasi letterale del primo...

Cinerama - FilmTv n° 49/2011

Due amici, opposti nel modus vivendi, si trovano l'uno non solo nei panni, ma anche nel corpo dell'altro, con relative, disastrose e formative, conseguenze. Da uno spunto narrativo antico come il mondo, Jon Lucas e Scott Moore, sceneggiatori di Una notte da leoni, scrivono per la regia...

Cinerama - FilmTv n° 49/2011

Tokyo. Pusher immigrato 20enne vive con la sorella minore, spogliarellista. Muore, tradito, dopo avere tradito la fiducia di un amico. In punto di morte il suo sguardo (ri)percorre passato, presente, e un ipotetico futuro. Come un 2001: Odissea nello spazio a misura di ottusità...

Cineteca - FilmTv n° 48/2011

«I giorni della sceneggiatura volgono al termine». È quello che sostiene David Mamet - drammaturgo immenso, sceneggiatore e regista cinematografico comunque sottovalutato - riferendosi a quel cinema dove lo spettacolo da ornamento della storia diviene unica ragione d’essere, tripudio di...

Cinerama - FilmTv n° 47/2011

Grazie a Distribuzione Indipendente trova un circuito, seppure alternativo, Inti-Illimani. Dove cantano le nuvole. Datato 2007, il documentario racconta la storia di un'eccellenza della musica folclorica di impegno civile (segnatamente della Nueva Canción Chilena): un gruppo che ha...

Cinerama - FilmTv n° 47/2011

Il 22 maggio 2011, dopo un primo turno favorevole al Centrosinistra, un esercito di cineasti milanesi, coordinato da Luca Mosso e Bruno Oliviero, decide di raccontare Milano sino alla data del ballottaggio tra Letizia Moratti e Giuliano Pisapia: seguendo Stefano Boeri, capolista del Pd, e...

Cinerama - FilmTv n° 47/2011

Da Parigi a Le Havre: Marcel Marx non fa più Vita da bohème, ma il lustrascarpe nelle vicinanze del primo porto francese per traffico di container. Al focolare Arletty l'attende, moglie premurosa che accudisce un marito bambino, invecchiato, mai cresciuto. Due eventi cambiano il corso...

Locandina - FilmTv n° 46/2011

Prima che il vento leggiadro della Swingin’ London ammansisse il furore del Free Cinema, cristallizzandolo in tendenza à la page, prima che Tom Jones tramutasse l’insoddisfazione generazionale in eretico sberleffo, prima che Morgan matto da legare sostituisse...

Cineteca - FilmTv n° 46/2011

Fassbinder gira il suo metafilm, fa e mette il punto alla sua produzione con l’Antiteater, epocale progetto collettivo prolifico fino a togliere il respiro, così affiatato da asfissiare. È nell’assenza d’aria che si muovono i corpi di un film che s’ha da fare, stipati in un albergo squallido e...

Pagine

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico - Satispay
Privacy Policy