Alberto Pezzotta

Alberto Pezzotta

Alberto Pezzotta si è occupato di cinema italiano (Ridere civilmente. Il cinema di Luigi Zampa; Il western italiano; Regia Damiano Damiani; Mario Bava; la curatela, con Stefania Parigi, di Il lungo respiro di Brunello Rondi), di storia della critica (La critica cinematografica; la curatela, con Anna Gilardelli, di Alberto Moravia, Cinema italiano. Recensioni e interventi 1933-1990), di cinema orientale (Tutto il cinema di Hong Kong). Ha collaborato alla Storia del cinema mondiale di Gian Piero Brunetta e alla Storia del cinema italiano del CSC, oltre che a riviste come “Bianco e Nero”, "Imago", “8 1/2”. Scrive di cinema e musica su "Blow Up". Ha tradotto libri, tra gli altri, di Chinua Achebe, Eric Bogosian, Harry Crews, James Dickey, Barry Gifford, Jim Harrison, Hanif Kureishi, Lorrie Moore, Joyce Carol Oates, Hugues Pagan, Derek Raymond, Colm Tóibín.
Twitter: @APezzotta.

Cinerama - FilmTv n° 25/2022

La ragazza ha volato, ma non giù dal balcone, come succede al personaggio di Vilma in Favolacce. Chi si aspettava svolte narrative analoghe da una sceneggiatura di Damiano e Fabio D’Innocenzo rimane spiazzato. La diversità, poi, rispetto ai film diretti dai due fratelli, è che...

Cinerama - FilmTv n° 24/2022

 Nei precedenti Vergine giurata e Figlia mia, Bispuri giocava sul contrasto tra l’esotismo dell’ambiente, l’eccezionalità delle situazioni e una possibile ricomposizione non consolatoria. In Il paradiso del pavone normalizza sia l’ambientazione (il litorale romano)...

L'occhio in meno - FilmTv n° 23/2022

Un americano a Roma indaga su una serie di delitti. Nel 1970 il debutto del trentenne Dario Argento (in precedenza giornalista di “Paese sera” e sceneggiatore di film non memorabili) si abbatte come un cataclisma nel cinema italiano. 1,2 miliardi di incasso: nasce un nuovo filone. I...

Piattaforma: Servizio - FilmTv n° 19/2022

Considerato che non è un film per rilassarsi o per creare un’atmosfera romantica, il consiglio è di vedere Manifesto - disponibile sul canale IWONDERFULL di Prime Video, incluso nell’abbonamento a € 6,99 - con la pagina (inglese, mi raccomando) di Wikipedia aperta sul...

Editoriale - FilmTv n° 17/2022

La prima cosa che mi stupisce è quanto poco sia stato scritto su Catherine Spaak. Anche i cultural, gender e postfeminist studies, che pure avrebbero dovuto studiarla a fondo da anni, sembrano averla scoperta solo di recente. La seconda, e mi stupisce di meno, è come...

L'occhio in meno - FilmTv n° 16/2022

Alla morte della loro psicologa, otto pazienti decidono di continuare da soli la terapia di gruppo. Nel 2003 Verdone veniva da un successo inferiore alle attese, quello di C’era un cinese in coma, e tentò di ritornare su schemi più consolidati, cercando al tempo stesso l’...

Leggo - FilmTv n° 15/2022

È sempre un problema dare alle stampe una sceneggiatura. Che si pubblica? L’ultima versione prima delle riprese, con tutte le differenze del caso? O la sceneggiatura desunta (come nel caso di tanti volumi della gloriosa collana Cappelli), copia fedele del film, ma non d’autore? Fellini...

Libri - FilmTv n° 15/2022

Il maestro del terrore - Il mio mondo fantastico oltre Demoni e Fantaghirò di Lamberto Bava, Nocturno Libri, pp. 396, € 28, dal 19 aprile 2022

Lamberto Bava non è solo un figlio di Mario Bava, ma un regista che ha attraversato sessant’anni di cinema italiano. Un...

Cinerama - FilmTv n° 14/2022

Nel mondo di Vetro, il più noto motore di ricerca si chiama “Mumble” e il più noto social media è “Community”. È un indizio che ci troviamo in un mondo parallelo? O meglio, che qualcuno vuole manipolare la realtà che arriva alla protagonista (una hikikomori reclusa nella sua...

Il Sassolino - FilmTv n° 11/2022

C’era grande attesa per il nuovo film di Paul Thomas Anderson. Pochi registi, oggi, hanno un tale seguito. Ma a differenza dell’altro Anderson o di Tarantino, PTA non ha uno stile o un immaginario così riconoscibile, un trademark. A scorrere la sua filmografia, l’unico trait d’...

Editoriale - FilmTv n° 10/2022

In questi tempi tragici, oscuri e confusi, che cosa deve fare l’arte? O meglio, chi può dire all’arte che cosa deve fare? È lecita la richiesta di un pronunciamento anti Putin che il sindaco di Milano Beppe Sala ha richiesto al direttore d’orchestra Gergiev? Probabilmente il presidente Mao...

Cinerama - FilmTv n° 09/2022

È mancato qualcosa a Luigi Proietti (1940-2020) per diventare proverbiale e iconico come Alberto Sordi e Nino Manfredi. Almeno fuori Roma. Popolare ma non nazionalpopolare. Un grandissimo attore, un virtuoso della recitazione dotato di una tecnica straordinaria, che forse ha dato il meglio di...

Libri - FilmTv n° 08/2022

“Immagine - Note di storia del cinema” n. 22, IV serie, luglio-dicembre 2020, Paolo Emilio Persiani Editore, € 15,90

“Immagine”, la rivista dell’Associazione italiana per le ricerche di storia del cinema, propone nel numero 22 una parte monografica su Cosa è “queer”...

Servizio - FilmTv n° 07/2022

Nessun intellettuale del Novecento continua ad avere tanta rilevanza come Pasolini. Moravia è stato messo in soffitta appena dopo morto. Calvino oggi si divide tra l’autore per le scuole e il precursore di un postmoderno light (magari divulgato da citazioni apocrife sul web). Pasolini...

L'occhio in meno - FilmTv n° 05/2022

Rimasta vedova e acquistata l’indipendenza economica, Mimmi decide di sperimentare la stessa libertà sessuale di cui, a sua insaputa, godeva il marito. Uno dei film chiave per comprendere la rivoluzione sessuale dell’Italia di fine anni 60, insieme a Metti, una sera a cena di...

Cinerama - FilmTv n° 04/2022

Presentato nel Fuori concorso alla Mostra di Venezia 2021, il documentario di Tornatore su Morricone (scomparso nel 2020) nasce da un lavoro verosimilmente pluriennale e di grande complessità, su cui i materiali per la stampa sono curiosamente reticenti. Si capisce che l’intervista a Ennio (...

Piattaforma: Servizio - FilmTv n° 02/2022

L’eros ha sempre il suo appeal, sul piccolo schermo, e MUBI lo serve con la sua tipica formula: cinefilia scombiccherata e mercantile che accosta, nella collezione Cinema erotico, capre e cavoli, classici e cult accanto a fondi di magazzino proposti...

Servizio - FilmTv n° 01/2022

Il percorso di enrico ghezzi è parallelo, almeno all’inizio, a quello di Serge Daney: due cinefili che assistono al passaggio del cinema dal grande al piccolo schermo, e che presto comprendono che il cinema è molto più piccolo del mondo, ma che il suo sguardo resta prezioso per comprendere le...

Cinerama - FilmTv n° 52/2021

Nei film di Asghar Farhadi il punto non è la relatività della verità - che la Verità possa non esistere è un dato acquisito - ma la constatazione che torto e ragione non stanno mai da una sola parte. È un cinema morale, più che un cinema etico o filosofico. Detto questo, i suoi film girati in...

Cinerama - FilmTv n° 51/2021

Genovese cerca sempre soggetti in grado di catturare lo spirito del tempo. In Perfetti sconosciuti, a detta di tutti, c’è riuscito. Ma Supereroi, tratto da un suo romanzo uscito nel 2020, arranca. L’appeal del film conta su un effetto, più che di rispecchiamento (anch...

Cinerama - FilmTv n° 50/2021

Chi di “pacco” (o sòla) ferisce, di pacco perisce. Il Babbo Natale di Siani (co-sceneggiatore con Gianluca Ansanelli e Tito Buffalini) è una versione trash (nel senso di «emulazione fallita» caro a Tommaso Labranca) dei concept movie scritti da Nicola Guaglianone e Menotti,...

Piattaforma: Servizio - FilmTv n° 50/2021

E così i video essay, anzi i visual essay, diventano di massa. La serie Voir di Netflix comprende sei brevi “saggi visivi” (e che diavolo sono, si chiederà lo spettatore capitato lì per vedere la serie di Zerocalcare) di una ventina di minuti ciascuno...

Cinerama - FilmTv n° 46/2021

Che cosa è successo quando Rick Dalton ha incontrato Sergio Corbucci? Non lo dicono né il film né il romanzo intitolati (puntini di sospensione in più o in meno) C’era una volta a… Hollywood. Con impagabile arte affabulatrice lo racconta Quentin Tarantino in persona in Django...

Servizio - FilmTv n° 45/2021

Nel novembre 1970 esce il primo numero di “Le ore della settimana”, il nuovo periodico dell’editore Saro Balsamo. Un giornale d’assalto, impegnato in un attacco contro il comune senso del pudore in nome della nuova libertà sessuale, ma anche in inchieste scomode e coraggiose: come quella sull’...

Libri - FilmTv n° 43/2021

Cinecittà - Un patrimonio aperto, a cura di Barbara Goretti, Skira, pp. 256, € 35 

«L’unico vero realista è il visionario». È la frase di Fellini sulla facciata del MIAC, il Museo italiano dell’audiovisivo e del cinema inaugurato nel 2019 a Cinecittà. Secondo...

Servizio - FilmTv n° 42/2021

A l di là del fatto di essere favorevoli o contrari al divieto ai minori di 18 anni (una questione eminentemente economica: scommetto che ci sarà una derubricazione), La scuola cattolica di Stefano Mordini (vedi Film Tv n. 40 e 41/2021) pone - anche involontariamente - alcune questioni...

L'occhio in meno - FilmTv n° 42/2021

Londra. Un serial killer. Un innocente perseguitato. Il penultimo film di Hitchcock non gode, tutto sommato, della fama che merita. Mi pare sia sfuggito anche alle centinaia di videoartisti che da decenni saccheggiano l’opera del Maestro. Nell’intervista con Truffaut non ne parla, perché è...

Cinerama - FilmTv n° 41/2021

È facile dire quello che Ariaferma non è, elencare i tipici errori del cinema italiano in cui non incorre. Siamo in un carcere, ma la caratterizzazione dei personaggi - guardie e detenuti - si ferma sempre un attimo prima che intervenga lo stereotipo. Le facce e le voci sono credibili...

Editoriale - FilmTv n° 40/2021

Di fronte alle vicende tragiche e grottesche della cronaca italiana, spesso si sente commentare: «Ci vorrebbe un Monicelli che le raccontasse». Il Monicelli di Vogliamo i colonnelli e di Un borghese piccolo piccolo: spietato e feroce fino alla sgradevolezza, ma sorretto da una...

Lost Highway - Piccole storie di cinema - FilmTv n° 33/2021

Dopo la recente edizione in dvd (Mustang Entertainment) di Leoni al sole (1961), in precedenza di difficile reperibilità, non ci sono più alibi. Vittorio Caprioli (1921-1989) è un regista da conoscere e studiare. Quel suo primo film era un esempio di nouvelle vague all’italiana, formalmente...

Pagine

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy